I 10 migliori profumi vegani


Sul numero di Marzo della rivista Vegan Italy è comparso un mio articolo riguardante il mondo dei profumi, se ve lo siete perso, nessun problema, qui vi ripropongo la “mitica” Top Ten perché non tutti i profumi in commercio sono privi di derivati animali o addirittura non testati su animali, anzi. Anche se grazie all’introduzione nel 2013  del divieto assoluto di test su animali nei prodotti cosmetici lavorati in qualunque parte del mondo e venduti nella Comunità Europea le cose sono molto migliorate, ci sono ancora ingredienti animali che riescono ad aggirare il divieto semplicemente venendo inizialmente considerati (e testai) come non cosmetici…per poi finire comunque nei nostri profumi. 

Proprio così 🙁 , in sostanza  se un ingrediente è stato realizzato per essere usato in un altro prodotto, non cosmetico, e quindi viene testato per quell’uso, lo stesso ingrediente potrà essere usato anche in un prodotto cosmetico, anche se testato dopo il marzo 2013, poiché i test fatti erano fatti per altri scopi (fonte www.agireora.org).

Poiché ciò che rende gradevole (ed attraente) un profumo è la sua capacità di solleticare i nostri ormoni ne consegue che un profumo per essere buono ed attrarci deve contenere il giusto mix di ormoni per risvegliare i nostri recettori. E dove si trovano gli ormoni in natura? Nelle ghiandole! Ecco perché la maggior parte dei profumi in commercio utilizza secrezioni ghiandolari di animali o suoi derivati sintetici, i quali non sempre (anzi, raramente) ci fanno davvero bene ( qui potete leggere il report di uno studio commissionato da Green Peace nel 2005), siamo quindi sicuri di voler continuare a spruzzarci addosso tutti i giorni certe sostanze?

Dietro certi ingredienti dai nomi esotici si celano in realtà miscugli di feci e urina (è il caso dell’ Hyraceum ad esempio, prodotto dalla Procavia delle Rocce) o di ghiandole perinali (il Castoreum è ricavato dalle parti intime del castoro) , senza tralasciare le sostanze digestive del capodoglio, chiamate “romanticamente” Ambergris . Certo, al giorno d’oggi i prezzi proibitivi di queste sostanze (e non certo l’etica ahimé) hanno fatto sì che tali sostanze siano sempre più rimpiazzata da loro derivati sintetici, ma, se avete letto il report di Green Peace , sarete arrivati alla stessa conclusione che qui riporto;

“ I risultati hanno confermato che determinati muschi sintetici, in particolare i muschi policiclici galaxolide (HHCB) e tonalide (AHTN), nonché alcuni ftalati, in particolar modo il dietilftalato (DEP), vengono comunemente utilizzati nell’industria dei profumi. Questo suggerisce che l’uso costante di profumi potrebbe costituire un contributo rilevante all’esposizione quotidiana degli individui a queste sostanze, alcune delle quali sono già state classificate come contaminanti del sangue e del latte materno. Vi sono, inoltre, sempre maggiori indicazioni che alcuni composti di muschio avrebbero proprietà dannose per il sistema endocrino.”

Dobbiamo dunque buttare i nostri profumi al grido “l’Omo ha da puzzà?”. No, ci sono alternative in commercio  sia vegan che cruelty free, ecco le mie 10 preferite!

stella-fragrance-1

Con tutte le fragranze di Stella McCartney non si corre alcun rischio ovviamente. Da brava vegetariana – come il padre Paul e la madre Linda, scomparsa nel 1988 e fondatrice della linea di cibi veggie Linda McCartney  Food , la sorella Mary ed il fratello James (vegano) – Stella crea solo fragranze vegan friendly.

LUSH

Il mio amore per Lush è arcinoto, quindi era doveroso inserire uno dei suoi  31 profumi vegan. Personalmente amo molto Death & Decay  sia nella versione liquida che solida, lo so, il nome potrebbe scoraggiare, ma se amate il profumo dolce ed inebriante dei gigli bianchi (che spesso si trovano in Chiesa) rimarrete conquistate come me!

L'erbolario Gelsomino Indiano

La scoperta delle fragranze de L’Erbolario la devo a mia zia Momi che, da brava Lodigiana come il brand, non si fa mai sfuggire le ultime novità! Tantissime le profumazione disponibili in versione liquide, solide o “leggere” (chiamate acque) sia per uomo che donna. Io sono pazza di Gelsomino Indiano, dolce, ma con una leggera sfumatura speziata!

abercrombie_fitch_perfume_no.1_for_her_edp_50ml

Anche Abercrombie&Fitch produce fragranze vegan friendly e cruelty free e non solo per donna, tra quelle maschili consiglio Fierce, molto fresca e avvolgente, di quelle capaci di farti rubare la t-shirt al fidanzato insomma 😉

Jo Malone

Benché acquistata da Estée Lauder nel 1999, il brand Jo Malone  ha mantenuto la sua politica cruelty free per fortuna! Alcune fragranze contengono comunque derivati animali, ad esempio il miele, quindi controllate sempre l’etichetta!

L'occitane

L’Occitane non utilizza ftalatiti nei suoi profumi dal 2005, né parabeni e ha sostituito gli oli minerali con quelli vegetali. Tutti i profumi si trovano anche nella versione Latte Corpo,  Bagnoschiuma, saponetta solida e persino crema per le mani!

Le Labo

Le Labo , fondato nel 2006 da Eddie Roschi e Fabrice Penot, è un vero laboratorio di profumeria con ingredienti naturali raccolti in Francia e lavorati a New York (e testati sui Newyorkesi e basta!). I profumi sono vegani come i due fondatori 😉

Origin's

Per Origins vale quanto detto per Jo Malone, in quanto anche il brand americano fa ormai parte del gruppo Estée Lauder, ma ha mantenuto la sua integrità e non testa né ingredienti né prodotti su animali.

The body shop

Non poteva certo mancare The Body Shop in questa Top Ten! Creato negli anni 70 da Anita e Gordon Roddick con lo scopo di diffondere la cultura della cosmesi naturale, il brand, acquistato da L’Oréal nel 2006, ha più volte ribadito di non aver mai  testato sugli animali e  che continua a farlo anche ora. I profumi sono vegetariani e vegani.

Prada

Last, but not least è Prada, forse “accidentally vegan“, ma sicuramente cruelty free per scelta; infatti tutte le fragranze della maison milanese sono prodotte dall’azienda catalana Puig che si fregia proprio di non aver mai testato ingredienti e prodotti su animali sin dagli esordi nel 1914!!

Pronte a trovare la fragranza buona dentro e fuori per noi?

😉

 

 

 


Una risposta a “I 10 migliori profumi vegani”

  1. Shopping online;Bellezza Autentica (vegan e bio) - It's healthylicious

    […] conoscere gli studi più recenti che mettono in discussione questi ingredienti rimando alla Top Ten sui profumi estratta dal mio articolo per Vegan Italy n° 6 di […]

    Rispondi

Lascia un commento