Crocchette di zucca e ceci


Minima spesa massima resa; potrei chiamare così questa ricettina facile facile. Infatti con poco più di metà di una zucca piccolina e una lattina di ceci otterrete oltre 12 crocchette o polpettine e la buona notizia è che si possono tranquillamente surgelare, in modo di avere un piano B quando torniamo a casa la sera tardi. Le ho chiamate crocchette perché sono belle morbide all’interno e croccanti fuori, ma aggiungendo del pangrattato di riso al composto – lo stesso che useremo per panare le nostre crocchette- potrebbero diventare anche delle polpette più compatte!

Leggi…


Porridge alle fragole e burro d’arachidi


Chi mi segue su Instagram sa bene quanto io sia un’amante del porridge, la famosa “pappa d’avena” tanto cara agli inglesi in versione sia dolce che salata. Siccome la cucina anglosassone non nutre proprio di grande stima soprattutto tra noi italiani che abbiamo fatto del cibo un vero e proprio culto e punto d’onore, non tutti si fidano a provare con le loro papille gustative questa specialità all’avena, ma io trovo che sia una preparazione versatile, gustosa e decisamente nutriente che ci permette inoltre di consumare frutta in modo più facile. E non sono l’unica a pensarla così…guardate la mia bassotta Mia come fissa il mio porridge…..

Leggi…


Lasagne zucca & porcini (vegan)


Le lasagne sono a mio avviso il comfort food per eccellenza; richiedono un po’ più  tempo e cura del solito per essere preparate (ma più che altro si tratta di aspettare che tutti gli ingredienti si amalgamino alla perfezione per creare un sapore nuovo), si possono preparare in svariati modi e la soddisfazione finale è sempre garantita al primo boccone caldo…inoltre il giorno dopo sono ancora più buone. Infine,  sono il piatto da condividere per eccellenza, che tristezza fanno le monoporzioni già pronte al supermercato? Le lasagne sanno di famiglia insomma. E io le adoro!

Leggi…


Mousse all’aquafaba (e cioccolato!)


Ormai avrete capito che ho un debole per il cioccolato, soprattutto quando si presenta sotto forma di mousse soffice e spumosa, qui sul blog potrete trovare 4-5 varianti con i più diversi ingredienti, dall’avocado al più tradizionale latte vegetale. Ebbene sì, lo ammetto, sono golosa e anche un po’ monotematica, ma perché una ricetta diventi un cavallo di battaglia bisogna sempre perfezionarla e sperimentare varianti, no? Ecco allora che anch’io mi sono tolta lo “sfizio” di testare l’aquafaba, ossia l’acqua di conservazione dei legumi (dei ceci in particolare, ma anche quella dei cannellini funziona perfettamente) dopo aver letto mille ricette sul web. A dire il vero non è la prima volta che la utilizzo, d’altra parte consumando molti legumi tra l’acqua di conservazione di quelli in lattina e quella di ammollo dei legumi secchi mi sono sempre chiesta come non sprecarla, inoltre è dalla fine del 2014, ossia da quando lo chef francese Joël Roessel ha scoperto la capacità di questo liquido di montare come l’albume d’uovo, che in rete si possono trovare ricette per vegan macaron, meringhe e ovviamente mousse.  Leggi…


Vellutata di sedano rapa e broccoli


Innanzitutto, buon anno a chi mi legge! Siamo entrati nell’anno che mi vedrà presto entrare negli “anta” e, lo confesso, non sono certa che prenderò benissimo questo traguardo, quindi tanto vale iniziare ad esorcizzarlo da subito. Avete qualche consiglio?

Leggi…


Vegan quiche con porri, cime di rapa e noci


Iniziano gli “esperimenti” per trovare nuove ricette da inserire nel menù di Natale & co. ; un grande classico che si può proporre sia come antipasto o secondo piatto è la torta salata o quiche, una preparazione facile, che non richiede troppa attenzione, si può addirittura cucinare in anticipo e piace sempre a tutti. Il “problema” per i vegani è rappresentato dalla pasta sfoglia o brisée che sta alla base della ricetta, ma online è possibile trovare molte ricette  su come preparare entrambe – qui trovate la versione di Vegolosi ad esempio – e ormai sappiamo che sostituire il burro non è affatto difficile così come scegliere farine più sane di quella bianca 00. Il problema sorge se ne cerchiamo una già pronta e anche sana…la maggior parte delle basi pronte in commercio sono vegetali perché utilizzano margarine vegetali appunto, ma sono piene di grassi idrogenati e quindi acidi grassi trans considerati potenzialmente dannosi per la salute, per non parlare dell’olio di palma. Che fare dunque se non si ha tempo o modo di preparare la nostra pasta sfoglia in casa? Si cerca la “meno peggio” o meglio “la più sana in commercio”, io l’ho trovata!

Leggi…


Insalata di melanzane


La settimana scorsa io e Blondie abbiamo organizzato una “zingarata“, vale a dire “un’azione poco pianificata e un po’ folle dall’esito incerto”. Siamo partiti per due giorni  e siamo andati a Mykonos. Da lunedì a mercoledì, partendo durante la notte con in borsa due costumi da bagno, un paio di jeans e un maglioncino.  Leggi…


New beetroot burger


Che io adori la barbabietola rossa non è certo un segreto, la infilo in moltissime ricette – smoothie compresi- spesso e volentieri infatti! Probabilmente perché è uno di quegli ortaggi che da onnivora non consideravo proprio, mi faceva un po’ “anziano” e trovavo il sapore troppo terroso, troppo forte… ora invece apprezzo proprio queste qualità della barbabietola, forse davvero sono diventata anziana 😉 Leggi…


Farro al ragù di lenticchie e olive nere


Ogni tanto mi capita di poter dedicare un po’ dei consueti 20-30 minuti alla preparazione dei pasti, questa ricetta è nata in uno di quei giorni fortunati quindi, ma niente paura, per la maggior parte del tempo dovrete solo controllare che il ragù non bruci 😉  Leggi…


Mac&Cheese (vegan)


Ci sono ricette che sembrano appartenere alla tradizione culinaria italiana…solo per gli Americani; quante volte avete trovato “Fettuccine Alfredo” nel menù di un ristorante italiano all’estero? E i mitici “Meatballs Spaghetti“? Non che ci sia nulla di male nella contaminazione tra generi, anzi, molte di queste ricette sono rivisitazioni di piatti italiani adattati ai gusti degli Americani, le fettuccine Alfredo nascono infatti come semplici tagliatelle burro e parmigiano, poi gli Americani (o meglio, i ristoratori italiani o italoamericani) ci hanno aggiunto la panna- tanto per rendere il piatto più leggero. Stessa cosa è capitata alle polpette al sugo, che le brave mogli preparavano per i mariti che lavoravano nei cantieri, da qui la necessità di fare di necessità virtù; lo spazio nelle lunch box era esiguo e allora ecco che le polpette sono finite sopra gli spaghetti, creando una ricettina niente male. E le Penne ai Quattro Formaggi? Mac&Cheese ovviamente, dove le penne sono state sostituite dai maccheroncini più piccoli che io abbia mai visto e i formaggi da un unico tipo di formaggio. Sul web si trovano un’infinità di varianti di questa ricetta in chiave vegan, quindi io mi sono limitata a trovare la più facile, ci ho aggiunto un paio di ingredienti che preferisco e…ho rigorosamente mantenuto il formato di pasta originale; delle belle penne integrali 😉 Leggi…