Mantra Raw Vegan, Milano


Qualche giorno fa io e Pontin, la mia amica dai capelli rossi, ci siamo ritrovate per un pranzetto “regali& gossip” (ebbene sì, siamo ormai a febbraio, ma io devo ancora consegnare regali natalizi!) e abbiamo optato per il Mantra Raw Vegan, in zona Porta Venezia a Milano. Crudismo in pieno inverno? Sfida accettata! Leggi…


Flower Burger, vegan “fast food” a Milano


Flower Burger ha aperto in zona Porta Venezia a Milano ad ottobre 2015 e si è imposta come la prima veganburgheria della città; infatti, nonostante ci siano altri locali vegan o vegan friendly che propongono burger e patatine nel loro menù, ciò che distingue Flower Burger è la sua “specializzazione” in sei differenti tipi di vegan burger con contorno di patatine, una selezione di salse e qualche dolce. Insomma, quello che è sempre stato considerato fast food è stato qui riletto non solo in chiave vegetale, ma ponendo grande attenzione alla qualità delle materie prime per ottenere un prodotto finale dal sapore casalingo. Come al solito, io ho aspettato un po’ prima di provare questo nuovo posto in modo da avere una percezione più reale dell’offerta e del servizio, ecco come è andata;

Leggi…


Veggy Days, Salò (BS)


Sono capitata a Salò davvero per caso, il Lago di Garda infatti non rientrava nei miei piani vacanzieri, non certo perché manchino i bei posti, anzi, è vero tutto il contrario, ma forse perché avendolo così vicino l’ho sempre dato un po’ per scontato. Grosso, grosso errore, lo ammetto. Salò è un paese magnifico, ricco di storia – venne fondato dai Romani ed esiste ancora oggi una necropoli – logisticamente ben organizzato per sostenere il flusso di turisti durante i mesi estivi (e non solo) con parcheggi ampi appena fuori dal centro, curato, pulito e moderno, senza per questo risultare finto; insomma, è  un posto che attira un certo tipo di turismo meno chiassoso di tante altre località italiane. E poi vogliamo parlare del fascino del Lago? Con le sue acque chiare e terse, la vegetazione fitta di canneti, i cigni e le papere padroni indiscussi  e quella brezza dolce che è come un balsamo per l’anima.  Leggi…


Un vegano al Mercato Metropolitano


[:it]

Qualche mese fa a Milano ha aperto il Mercato Metropolitano che aderisce al progetto Expo in città, il cui scopo è, tra le altre cose, sensibilizzare le persone ad acquistare cibo locale e stagionale. Il mercato sorge sulle ceneri dei vecchi magazzini della ferrovia di Porta Genova su un’area di ben 15.000 mq, ha uno spazio coperto ed uno all’aperto; nella zona esterna c’è il vero e proprio mercato con banchi di frutta e verdura, piccoli negozi indipendenti, street food e prodotti tipici, ma  a dirla tutta sono gli  orti urbani e  le piante aromatiche a caratterizzare davvero lo spazio, menzione d’onore per il cinema all’aperto dove, muniti di lozione anti zanzare (ricordiamoci che il Naviglio è proprio lì a due passi), si possono guardare film o partecipare a seminari (qui il calendario eventi) . L’ampio spazio al coperto ospita invece i banchi del fresco e le botteghe del cibo da consumare sul posto. Leggi…


Osteria al 55, cucina vegetariana e vegana a Milano


[:it]

Qualche sera fa ho avuto la fortuna di trascorrere una di quelle deliziose  serate di inizio estate con due carissime amiche, la mia hermanita naturalmente e  la Contessina, la parte migliore è che la serata è nata per caso, in modo imprevedibile, rendendola ancora più speciale perché ormai non è facile per nessuna riuscire a ritagliarsi momenti del genere nella fitta agenda di impegni che ognuna ha. Quale posto migliore per celebrare l’evento se non l’Osteria al 55 in Via Messina 55 a Milano?  Leggi…


Jo’Burger, Rathmines (Dublin)


[:it]

Qualche settimana fa mi trovavo a Dublino da Blondie, come sempre alla ricerca di qualche posticino vegan o vegan friendly in cui concederci un buon pranzetto; a dirla tutta, eravamo alla ricerca di Sova Food Vegan Butcher, di cui avevo sentito parlare e che volevo assolutamente provare, così ci siamo diretti verso Rathmines, zona suburbana a pochi km dal centro città, nota per l’atmosfera un po’ boho che si respira. In effetti tutti i locali, dai pub ai bar, ai ristoranti o negozi vintage sono davvero graziosi e particolari, più che boho li definirei perfetti per gli hipsters, infatti è tutto un bel tripudio di skinny jeans e camice di flanella e l’80% della popolazione maschile ha una bella barbetta curata, ma, sarà che sono Vichinghi, a loro la barbetta sta proprio bene 😉 (ndr Blondie non appartiene a questa categoria, il suo stile è fermo agli anni 90 e la barba se l’è fatta crescere sotto mia esplicita richiesta per aderire al movimento Movember, ma il primo dicembre già aveva tagliato tutto!) Leggi…


Valà, banco e cucina a Milano


[:it]

Poteva un posto che ha scelto come tratto distintivo il colore blu Tiffany deludere? Quasi impossibile direi, perché dietro alla scelta di un colore così speciale sta l’attenzione per i dettagli, un gusto raffinato e al contempo semplice, la voglia di regalare momenti piacevoli a chi se ne lascia circondare. Ebbene sì, io vedo tutto questo in un colore. Ecco perché quando, camminando coi bassotti in una pigra domenica di qualche settimana fa, sono casualmente incappata in Via Daniele Crespi (angolo Via Cesare Da Sesto), a due passi da Corso Genova e la nuova Darsena, e ho visto l’insegna particolarissima  di Valà, banco e cucina, mi sono ripromessa di prenotare un tavolo al più presto. Superficiale fidarsi così tanto dell’estetica? Forse, ecco perché ho apprezzato che il menù fosse esposto in vetrina ed  ecco perché ho prenotato il famoso tavolo per la domenica successiva…la cucina non solo è vegan friendly, ma anche adatta a chi ama il pesce o a chi soffre di celiachia. Un posto in cui nessuno si sente diverso, ecco! Leggi…


Zushi, a Milano (e non solo)


[:it]

A me piace molto la cucina giapponese, inoltre per noi vegan è piuttosto facile trovare piatti adatti alla nostra scelta alimentare, quindi sono sempre ben contenta quando ho occasione di andare in uno dei tanti ristoranti giapponesi sparsi per Milano. Settimana scorsa, cogliendo l’occasione di avere Blondie in città, ho voluto provare un sushi bar di cui avevo sentito parlare, Zushi  per l’appunto.  Leggi…


Cornucopia, Dublin


Uno dei miei posti preferiti  a Dublino  è decisamente Cornucopia; aperto dal 1986 nella centralissima Wicklow Street, questo locale su due piani in una deliziosa palazzina giorgiana è ormai un’istituzione ed una tappa obbligata per vegetariani, vegani ed onnivori attenti alla salute ed al gusto. Il ristorante nasce come vegetariano, ma sono innumerevoli le opzioni vegan, anzi, direi che ormai hanno preso il sopravvento. Frutta e verdura sono coltivate localmente in maniera biologica – ça va sans dire –  il menù è stagionale e comprende opzioni per celiaci, vegetariani, vegani e persino crudisti. Ce n’è per tutti, impossibile non innamorarsi di questo posto quindi!

Leggi…


Almaverde Bio Market, Milano


Sfidando il tempo incerto e piovoso, sabato scorso sono finalmente andata a fare la spesa da Almaverde Bio Market  a Milano, in Corso Sempione 43,ma presente anche a Bologna e Reggio Emilia. Lo spazio di Milano è davvero grande ed è stato inaugurato ad aprile 2014;  Almaverde Bio Market offre circa 3700 articoli, dall’acqua alle birre, ai prodotti per l’infanzia, a quelli senza glutine, all’intera gamma dei freschi e dei proteici vegetali, con un’ampia scelta modulata  anche dall’obiettivo della convenienza. Leggi…