Chia pudding ai frutti di bosco


Ora che fa un po’ troppo caldo per gustarmi il mio amato porridge per colazione al mattino, sto cercando alternative che mi permettano di fare il pieno di energia e di frutta e ho trovato una risposta adeguata nel chia pudding, o budino di semi di chia. Sappiamo bene quanto i semi di chia siano ricchi di nutrienti preziosi, nonché una fonte preziosa di acidi grassi Omega 3 e, sebbene sembrino ultimamente molto posh, in realtà vengono coltivati da diversi secoli in tutta l’America latina, soprattutto in Messico e in Guatemala. Ad ogni modo ricordatevi che anche i semi di lino hanno le stesse proprietà e vengono coltivati soprattutto nelle regioni dell’Europa del Nord 😉

Siccome dopo svariati tentativi non ero ancora riuscita a trovare la giusta proporzione tra liquido e semi di chia per ottenere l’effetto quasi gelatinoso – o per meglio dire compatto – dei bei chia pudding che vedevo online, questa volta sono andata sul sicuro e ho aggiunto lo yogurt di cocco.

Anche questa è una ricetta che va preparata in anticipo, la sera per la mattina dopo, in modo che i semi di chia abbiano il tempo di assorbire parte dei liquidi e gonfiarsi un po’ per ottenere l’effetto “jelly“. Quindi la sera versate in un barattolo o un recipiente che si posso richiudere ermeticamente  il latte vegetale di vostra scelta, lo yogurt vegetale e i semi di chia, mescolate bene con una mini frusta o un cucchiaino in modo che i semi di chia “affondino”, poi riponete ben chiuso in frigorifero e al mattino aggiungete frutta fresca e magari un filo di sciroppo d’acero o burro di arachidi/mandorle/quello che vi pare.

 

Ingredienti

1 vasetto di yogurt vegetale

125 ml di latte vegetale (per praticità potete utilizzare il vasetto vuoti dello yogurt)

3 cucchiai di semi di chia

frutta fresca di stagione(io ho usato 1 albicocca, more e fragole)

1 cucchiaino di sciroppo d’acero o di burro d’arachidi

Procedimento

La sera prima mettiamo in ammollo in una barattolo il latte, lo yogurt e i semi di chia, mescoliamo molto bene in modo che i semi di chia non restino – troppo – a galla. Lasciamo riposare per tutta la notte in frigorifero.

Basta, abbiamo finito, yuppie!

Al mattino laviamo e tagliamo la frutta di stagione che preferiamo, guarniamo il nostro chia pudding e ci aggiungiamo qualcosa di goloso e dolce come lo sciroppo d’acero o il burro di arachidi.

La colazione è pronta per essere divorata!


Lascia un commento