Corso Detox di Macrobioticamente


Era da molto tempo che volevo collaborare in qualche modo con Silvia, la mente (ed il braccio) che sta dietro al favoloso blog Macrobioticamente, nel quale si occupa di diffondere l’alimentazione macrobiotica attraverso consulenze sia online che nel suo studio ad Ivrea. Diplomata presso La Sana Gola  di Milano in Terapia Alimentare, Silvia in sostanza aiuta le persone a  migliorare i loro disturbi di salute attraverso l’alimentazione grazie a consulenze private, corsi di cucina naturale e curativa, incontri di approfondimento o percorsi di educazione alimentare, come in questo caso, con la sua Guida alla Depurazione.

1
Ecco Silvia con il suo coniglietto!

Ma cosa studia la macrobiotica? Come riporta Wikipedia, ” La macrobiotica è una forma di conoscenza e di filosofia basata sull’equilibrio tra le forze antagoniste e complementari che, secondo le antiche teorie filosofiche cinesi, governerebbero l’Universo. Da tale interpretazione deriva uno specifico stile di vita, volto, secondo i suoi sostenitori, ad una maggiore “armonia con il cosmo”. Sì, parliamo di Yin a Yang  e del fatto che ogni persona sia un universo e come tale vada trattata, da qui l’importanza dell’alimentazione. Come dice Silvia, la macrobiotica NON è una dieta, ma è un tipo di alimentazione che ha come fondamento il ritorno alla semplicità e ai cibi legati all’ambiente in cui viviamo. Il principio è quello di evitare gli eccessi alimentari (eccessi Yin ed eccessi Yang), perché dopo anni di squilibri il nostro corpo fa fatica a ripristinare una situazione di equilibrio.

E quali sono gli alimenti che ci aiutano a stabilire o ristabilire l’equilibrio energetico del nostro corpo?

Riso integrale, farro, orzo, avena, miglio, amaranto, quinoa, mais (solo in estate, è molto Yin e tende a rinfrescare), grano saraceno (che non è un cereale ma lo si fa rientrare tra i cereali), bulghur (poco in quanto non è propriamente integrale ma ha subito delle raffinazioni), couscous (idem) ecc.
Seguono a ruota le Verdure: cipolla, cavolo, daikon, carote, patate dolci, rape, ravanelli, barbabietole, zucche tutto ciò che cresce o sotto terra o a livello del terreno. Verdure a foglia verde (spinaci, foglie di daikon, di ravanelli, insalata…). Peperoni, zucchini, melanzane e le solanacee in generale sarebbero da consumare con parsimonia.
Ci sono poi i Legumi: ceci, lenticchie, azuki (anche per consumo quotidiano), fagioli, fagiolini, fave, soia.

Poi troviamo una infinità di condimenti e altri cibi importanti, quali i semi oleosi, le alghe, il pesce (se non si è vegani), la frutta, il miso, il tempeh, e moltissimi altri. (qui potete leggere il testo completo)

Avete letto bene cari onnivori che mi seguite, il pesce è ammesso nella macrobiotica, ma, guarda un po’, quando si tratta di depurazione “intensa” (la durata  del trattamento va infatti da un minimo di 10 giorni ad un massimo di 30) anche il pesce (con le sue proteine animali) sparisce… 😉

Passiamo quindi a vedere un po’ come è articolata questa Guida alla Depurazione di Primavera creata da Silvia;

  • Grazie ad un bellissimo video, Silvia ci spiega un po’ in cosa ci stiamo imbarcando, definendo quali sono i sintomi più comuni che dovrebbero indurci a pensare di aver bisogno di un trattamento di depurazione “d’urto”, quali ad esempio; la sensazione di svegliarsi già stanchi, la sonnolenza del dopo pranzo o  i crolli di attenzione e di energia intorno alle quattro del pomeriggio. Un corpo che sta bene ed è pieno di energia non soffre di questi sintomi, nonostante una vita frenetica, credetemi! Accusate questi sintomi da davvero troppo tempo?Nessuna paura, dedicatevi dai 10 ai 30 giorni e otterrete moltissimi benefici, oltre ad un benessere generale, tra cui ; una digestione più facile, una pelle più luminosa ed elastica (finalmente libera di espellere tutte le tossine), difese immunitarie più forti (grazie da una flora batterica in forma) e, udite udite, meno ritenzione idrica (che in vista della prova bikini male non fa!), grazie all’espulsione delle tossine accumulate nel nostro sistema linfatico.

 

  • Siete carichi? Bene, perché ora Silvia ci apre il suo Manuale sulla corretta alimentazione da seguire in questo periodo di depurazione “d’urto”, sottolineando che più si è stati attenti a nutrire in modo corretto e sano il nostro corpo durante tutto l’anno, meno ci sarà bisogno di un’azione d’urto appunto, ma anche che tutti noi ne abbiamo bisogno proprio in questo mese di aprile, il mese della rinascita primaverile. Ci dobbiamo concentrare sul nostro fegato organo yang, compatto e denso. Quello che più nuoce al fegato, e che quindi ostacola il nostro processo di depurazione, sono i grassi e le sostanze chimiche. Attenzione, siccome i grassi sono comunque necessari al nostro funzionamento, evitiamo quelli saturi e scegliamo quelli insaturi. Togliamo prodotti processati, eccitanti e da forno dalla nostra tavola ( forza, dieci giorni senza pane o biscotti sono possibili! Sarà più dura senza cioccolato o caffè 🙁 ) e sbizzarriamoci con cereali integrali ( l’orzo soprattutto), verdure a foglia verde e legumi ( piselli e lenticchie in particolare).
  • Dopo averci illustrato cibi e metodi di cottura da preferire, Silvia ha in serbo un altro Manuale, questa volta riguardante la Stile di vita da adottare (ora e sempre!) perché, come bene dice, “Ognuno di noi è un piccolo universo che riflette quello che accade in un universo più grande”, quindi se curiamo il nostro “dentro”, dobbiamo curare anche il nostro “fuori”; insieme alle tossine buttiamo via anche quel che non ci serve più dai vestiti ai “residui bellici culinari” nascosi  nella credenza. Non solo, dedichiamoci ad un’attività fisica, anche dolce, ma costante – il tempo mite ci consente di fare lunghe passeggiate ad esempio, curiamo la nostra pelle, pronta a depurarsi, con frizioni a base di  determinati oli essenziali diluiti in olio vegetale (ad esempio di mandorle). Infine, Silvia strizza l’occhio al feng-shui e ci dà qualche consiglio su come sistemare la nostra casa…ma anche la nostra vita, sempre più invasa dalla tecnologia e dall’ansia da prestazione “social”.

 

  • La parte finale della Guida prevede un ricco ricettario a dimostrazione del fatto che Depurazione non significhi Digiuno o cibi tristi e sconditi (anzi, non dimenticatevi che il nostro fegato gradisce molto i sapori pungenti). Silvia, come me, ha partecipato alle dirette in streaming di Social Veg , preparando ricettine macrobiotiche golosissime, quindi non abbiate paura, non brucherete erba né mangerete semini durante il vostro periodo di depurazione, siete in ottime mani!

A dimostrazione, ecco una ricetta creata da Silvia; Indivia belga grigliata e caramellata all’arancia! Questa ricetta non fa parte di quelle che troverete nel Ricettario della Guida alla Depurazione, ma è pur sempre depurativa e quindi la potrete aggiungere al vostro menù detox 😉

2

Ingredienti per 2-3 persone;

3 teste di indivia belga tagliate in 4 nel senso della lunghezza
1 pizzico di sale marino integrale
2 cucchiai di malto d’orzo (l’orzo è il cereale amico del fegato!)
succo e scorza di un’arancia
1 cucchiaio di shoyu o di tamari (salsa di soia)

Preparazione:

Griglia la belga su una piastra o in una padella antiaderente ben calda, facendo attenzione a non bruciarla. Aggiungi il pizzico di sale perché la belga butti fuori un po’ della sua acqua.
Quando hai finito di grigliare, tieni da parte.

In una padella dal fondo spesso unisci il succo e la scorza dell’arancia e il malto. Scalda a fiamma media finché il mix non si è rappreso leggermente.

Alza la fiamma, aggiungi la belga e falla saltare nel succo per pochi minuti a fiamma alta.

Sfuma con la salsa di soia, spegni e disponi nei piatti.

Il corso di Silvia costa € 22,00 ed è disponibile per tutto il mese di Aprile, per i lettori di It’s Healthylicious Silvia lo offre al costo di € 15,00, basta contattarla qui  e menzionare il codice promoitshealthylicious per ottenere lo sconto!

Trovate Macrobioticamente anche su Facebook, Instagram e Pinterest ovviamente!

Buona depurazione!

 


2 risposte a “Corso Detox di Macrobioticamente”

  1. elisabetta

    che bello, interessantissimo! ci faccio un pensierino <3

    Rispondi
    • glendalicious

      Brava cara, tu sì che mi dai sempre grandi soddisfazioni!

      Rispondi

Lascia un commento