Ecolavo, detersivi vegetali alla spina


Vi trovate anche voi nella situazione del genere “vacanze-finite- infinite-lavatrici-da-fare”? Io decisamente sì 🙁  quindi, per rendermi più gradito questo compito, ho deciso di condividere la mia nuova “scoperta” nel mondo dei detersivi ecologici e vegetali; oggi parlerò di Ecolavo, marchio italiano che produce detersivi 100% vegetali, biodegradabili e…alla spina, il modo migliore per risparmiare riciclando!

Ho già trattato l’argomento “Quali detersivi usare in casa per abbassare al minimo il nostro impatto ambientale” – qui trovate la Top Ten a riguardo – perché è ormai evidente quanto sia impraticabile la strada seguita fino ad ora; i tensioattivi, che derivano dal petrolio, quando si degradano possono portare alla formazione di sostanze altamente nocive, come il benzene e il fenolo, i candeggianti al cloro  una volta nell’ambiente concorrono a formare composti cancerogeni e ingeriti  sono velenosi e i diversi acidi utilizzati nei decalcificanti sono dannosi sia per la salute che per l’ambiente. Quindi come lavare casa ed indumenti in maniera responsabile? Impossibile – o quasi- aspirare all’impatto zero, ma assolutamente fattibile avvicinarcisi.

La Comunità Europea ha decretato già nel 2013 il limite massimo di fosfati ammissibili nei detersivi e abbasserà nuovamente tale limite nel 2017 – ad oggi  un detersivo che  non contenga più di 0,5 grammi di fosforo per dose è in regola.  I fosfati infatti  inquinano l’ambiente e sono pericolosi: si sciolgono nell’acqua del lavaggio finendo – a ogni scarico – nelle fogne e, di conseguenza, nell’acqua di fiumi e mari dove alimentano le alghe. Le alghe, poi, sottraggono ossigeno ai pesci e agli altri organismi acquatici, causandone la morte e si parla dunque di eutrofizzazione.

La soluzione migliore sarebbe l’auto produzione di detersivi ovviamente, oltre ad imparare ad utilizzare i detersivi nelle giuste quantità a seconda del carico e dotarci di una bella lavatrice di ultima generazione che utilizzi meno acqua ed energia di quelle più datate, ma già un gran passo in avanti può essere utilizzare detersivi vegetali come Ecolavo.  I tensioattivi di origine vegetale derivano dagli acidi grassi del cocco, dell’olio d’oliva o d’argan o di semi di girasole, solo per citarne alcuni, sono a basso impatto ambientale, prodotti da fonti rinnovabili, facilmente biodegradabili e quindi non inquinanti.

EcoLavo deterivi

Il fatto poi che i prodotti Ecolavo vengano venduti alla spina (qui potete cercare il rivenditore più comodo per voi)  e che quindi le confezioni possano essere riutilizzate ed infine riciclate mi è piaciuto in particolare modo; sappiamo bene quanto la plastica rappresenti il principale rifiuto rinvenuto nei mari, costituisce infatti dal 60% all’80% del totale dell’immondizia trovata nelle nostre acque!

Per i miei lavaggi “post vacanze” ho utilizzato: Ecolavo Igienoxi, rafforzatore del lavaggio a base di ossigeno, perfetto per aumentare il potere lavante di Ecolavo Igienbucato dall’azione antibatterica. Va detto che di entrambi i prodotti ne va usata davvero una quantità minima, per una lavatrice medio carica con acqua a durezza media basta solo 1/3 del misurino del rafforzatore e poco meno di 1 misurino intero per il detersivo.

Ammorbidenti EcoLavo

Gli ammorbidenti non vegetali possono essere ancora più inquinanti (e dannosi per la nostra pelle) dei “normali” detersivi; infatti le sostanze utilizzate in molti ammorbidenti  includono  additivi o profumi utilizzati per caratterizzare il prodotto che, una volta scaricati in acqua, contribuiscono ancora di più all’ eutrofizzazione. Gli ammorbidenti di origine vegetale contengono esterquat di origine vegetale (esiste anche la versione animale sigh!) – un condizionante altamente biodegradabile- e acido citrico. Della linea Ecolavo io ho utilizzato Ecolavo Igiensoft  e l’intensificatore di fragranza Ecolavo Igienintensity  e ho ottenuto degli splendidi risultati; niente macchie (alcune anche un po’ datate perché al mare ho avuto qualche difficoltà con la lavatrice in dotazione e quindi sono andata di “accumulo di biancheria sporca”) e un profumo persistente, piacevolissimo e completamente differente dal solito gelsomino o lavanda chimicissimi a cui purtroppo ci siamo abituati. Insomma, è stato un vero successo  e ho già localizzato il rivenditore più vicino a me per non restare “Mai Più Senza” 😉

EcoLavo washing products


Lascia un commento