I 10 migliori shampoo vegan


[:it]

Torniamo a parlare di bellezza cruelty free e vegan con la Top Ten settimanale; d’altra parte chi non considera dei bei capelli (ed un bel sorriso) il migliore degli “accessori” da sfoggiare? Questo vale tanto per le donne quanto per gli uomini, ovviamente, anzi direi che ultimamente gli uomini ci stanno raggiungendo, se non sorpassando a livello di cura ed attenzione, Sansone docet 😉 . 

Dimenticate il vecchio adagio “Per belli apparire bisogna soffrire”, perché usando questi shampoo non solo non soffrirete voi nemmeno se accidentalmente ve ne entrasse un po’ negli occhi (fate attenzione però!), ma neanche animali! Sappiamo che  dal marzo 2013 è entrato in vigore il divieto totale per i test su animali nei prodotti cosmetici, il che significa che nessun prodotto (shampoo, bagnoschiuma, make up, crema da barba, sapone, creme di ogni tipo, ecc.) che contenga ingredienti realizzati per il settore cosmetico testati su animali dopo l’11 marzo 2013, in qualsiasi nazione del mondo il test sia stato eseguito, potrà essere venduto in Europa, PERO’ questo è vero solo se gli ingredienti sono creati appositamente per essere usati in un cosmetico. Se invece un ingrediente è realizzato per essere usato in un altro prodotto, non cosmetico, e quindi viene testato per quell’uso, lo stesso ingrediente  poi può essere usato anche in un prodotto cosmetico, anche se testato dopo il marzo 2013, perché i test fatti erano  per altri scopi. In sostanza, se viene creata una nuova sostanza da usarsi come additivo alimentare, o in una vernice, o in un detersivo o in un farmaco, ecc., questa, come sappiamo, può ancora essere testata su animali. Ebbene, quella stessa sostanza potrà comunque essere usata in un cosmetico, perché non è stata testata appositamente per i cosmetici, ma per altri scopi (fonte AgireOra).

Questi shampoo non sono solo cruelty free,ma sono anche vegan, ossia privi di derivati animali, così possiamo essere tranquilli e certi di cosa ci mettiamo in testa!

Lush Lazzaro

Ripetitiva? Forse, ma d’altra parte io AMO Lush e Lush ama me ed il mondo intero! Tante le proposte quindi, tra shampoo solidi o liquidi, vegetariani o vegani, io tra tutti non posso rinunciare allo shampoo Lazzaro e al balsamo Shining. Un’accoppiata perfetta per curare capelli deboli e sciupati  grazie agli oli di mandorle e di oliva che danno struttura e aumentano la flessibilità, mentre ginepro e lavanda si occupano  di ristabilire un corretto equilibrio, inoltre ne basta davvero pochissimo perché è super concentrato (e quindi dura a lungo), il balsamo – indispensabile anche per chi porta i capelli corti- grazie al limone e rosmarino va bene anche per chi ha i capelli grassi e li rende lucidi, inoltre è uno dei pochi privo di lanolina (attenzione infatti,la maggior parte dei balsami non sono vegan proprio per la presenza di lanolina), egregiamente sostituita dall’ agar agar .

weleda miglio

A volte basta un campionicino usato al momento giusto per aprirci un mondo; è il caso del mio incontro con lo shampoo al miglio di Weleda,  perfetto anche per un uso molto frequente, non irrita, non sgrassa troppo (inducendo una super produzione di sebo come effetto boomerang) e ha un profumo davvero gradevole. Non tutti i prodotti Weleda sono vegan (ma sono tutti cruelty free), ecco qui la lista per andare sul sicuro!

EverPureLineupLR

Qualcuno sarà già svenuto nel vedere il mostromarchio L’Oréal inserito in questa lista, ma questo è un “problema di coscienza” a cui ogni consumatore deve trovare la propria soluzione; è un po’ come comprare abiti da Bershka o da qualche altro colosso del genere, che sì utilizzerà ecopelle o cotone organico, ma magari fa cucire le magliette in Cambogia se non ai bambini, a donne che lavorano per una miseria di stipendio. Personalmente ritengo che sia un buon segno essere considerati interessanti da un punto di vista commerciale, se iniziamo ad essere considerati una fetta di mercato a cui rivolgersi, vuole dire che stiamo crescendo sempre di più. Tornando allo shampoo, la  linea EverPure (che io non ho ancora provato però) ha ricevuto l’approvazione di Peta, ostenta il coniglietto (simbolo di cruelty free) nel packaging ed è  priva di solfati  e di derivati animali. Che dire? Chapeau.

Aveda Rosemary Mint

Per riprenderci dallo  shock di trovare L’Oréal in una classifica vegan, passiamo a chi è cruelty free sin dalle origini; Aveda, amica dell’ambiente e degli animali dal 1978, non tutti i suoi prodotti sono vegan però (ad esempio la Linea Pure Abundance contiene miele), ma la Linea Rosemary Mint  rinvigorente e purificante lo è…e lo shampoo è favoloso- unica avvertenza, non usatelo subito dopo aver colorato i capelli, il potere astringente del rosmarino contribuisce ad “accorciare” la luminosità della tinta)

Pureology

Nessuna paura, se volete mantenere la brillantezza del vostro colore più a lungo, Pureology  ha tutta una linea a ciò dedicata  completamente vegan, così come tutti i suoi prodotti, e priva di solfati. Potete scegliere i prodotti più adatti anche a seconda del vostro colore di capelli!

syd-shampoo-delicato

Quale vegan list può essere completa se non include i nuovissimi prodotti di Agronauti Cosmetics? Di certo non una di It’s Healthylicious 😉  Sapete che da quando ho conosciuto brand, prodotti e staff a Fa’ la cosa giusta 2015  non posso più farne a meno (o meglio, lo sapete se mi seguite anche Facebook), inoltre lo shampoo per uso quotidiano SYD  mi piace moltissimo perché aiuta a rimuovere i sali di calcare che si depositano sui capelli e Milano ha una durezza dell’acqua – ossia una presenza di sali di calcio e di magnesio- piuttosto alta rispetto al resto d’Italia!

sebamed shampoo

Dovete condividere lo shampoo con altre persone in famiglia e quindi dovete sceglierne uno che possa andare bene un po’ per tutto? Sebamed è ciò che fai per voi, allora. Lo shampoo per curare la forfora grassa è il più venduto della linea, ma c’è uno shampoo per ogni esigenza e anche un generico, tutti hanno in comune il ph 5.5 ritenuto l’ideale per la salute della cute. Il fatto che recentemente però il marchio sia venduto anche in Cina – dove i test cosmetici sugli animali sono obbligatori- rende un po’ controversa la posizione di Sebamed…. vi aggiornerò non appena otterrò una risposta.

Omia laboratoires

Dubbi su Omia Laboratoires invece non ce ne sono; il coniglietto Cruelty Free è ben in vista, così come la certificazione ICEA per attestare l’origine biologica degli ingredienti utilizzati  e la totale assenza di siliconi, parabeni , SLES e PEG e persino Nichel e Cobalto . Lo shampoo all’aloe vera  è  ottimo ed inoltre il prezzo è alla portata di tutti!

I Provenzali shampoo al karité

Stesso discorso per I Provenzali; vegetali, cruelty free, non cari e reperibili facilmente un po’ ovunque nella grande distribuzione. Menzione speciale al Balsamo al Karité , davvero ottimo in quanto capace di nutrire senza appesantire anche capelli fini come i miei. Non tutti i prodotti sono vegan, Ma i vegan sono contraddistinti dal marchio Vegan Ok, impossibile sbagliarsi quindi.

Alverde shampoo

E concludiamo la Top Ten con un marchio tedesco dai prezzi davvero contenuti e dalla qualità altissima ahimé non facilissimo da reperire in Italia, ma che vale  il viaggio in Svizzera, Croazia se non addirittura nella  terra madre, la Germania, parlo degli shampoo Alverde Naturkosmetik presenti in ogni supermarket DM  e  per noi tapini acquistabili solo online su Amazon ad esempio! 100% vegan, chi ha parenti o amici in Germania lo renda noto per favore 😉

[:]


9 risposte a “I 10 migliori shampoo vegan”

  1. anna

    mi potete aiutare cerco shampo e bagnoschiuma senza glicerina e latte… ho un bambino allergico a questi due elementi… grazie anticipatamente

    Rispondi
    • glendalicious

      Ciao Anna, consiglio di cercare tra i prodotti Lush, i bagnoschiuma non contengono glicerina (tranne Dirty), per il latte ti rimando alla lettura degli ingredienti. Gli shampoo sia liquidi che solidi contengono SLS, ma non glicerina (tranne Musa Paradisiaca), inoltre in tutti gli store Lush puoi richiedere dei campionicini in modo da testare i prodotti prima di acquistare quello che piace di più a tuo figlio (idem se ordini online!)

      Rispondi
  2. Carol Reyes

    Il migliore che ho usato è Pro Naturals 😉

    Rispondi
  3. I 10 migliori shampoo bio& vegan (2° edition) - It's healthylicious

    […] arrivato il momento di aggiornare anche questa Top Ten (qui trovate la prima) perché per fortuna ormai sono sempre di più i grandi e piccoli marchi che hanno […]

    Rispondi
  4. Lucy

    Ciao Glenda, come stai? Mi sono letta con attenzione i tuoi due post sugli shampoo, ora che ho i capelli tipo Rapunzel, per me è un prodotto non solo fondamentale, ma al quale dedico particolare attenzione! Grazie per tutte le dritte! Ci sono alcune marche che ho già sperimentato (Lush, Provenzali, Omnia…), ma delle quali preferisco altri prodotti (solitamente l’effetto su di me è tipo cane da pagliaio!), altre marche che hai citato e che voglio assolutamente provare… ora ho in mente di provare lo shampoo solido ai semi di lino di saponaria, lo conosci? bacioni

    Rispondi
    • glendalicious

      Ciao Balenina mia! Che bello sapere che mi leggi, grazie! No, questo shampoo di cui mi parli non lo conosco, ma generalmente io mi trovo bene con gli shampoo solidi avendo capelli grassi alla radici ma secchi sulle punte. Se non hai capelli troppo secchi ti consiglio di dare una chance anche al no-poo, ossia lavare i capelli solo con il bicarbonato miscelato con acqua….ci vuole un po’ di costanza ( e l’uso di cappelli e fasce per un po’) perchè gli effetti si vedono dopo circa 4 settimane, io ho smesso perché alla fine erano diventati troppi secchi ( cosa che si può ovviare aggiungendo qualche goccia di olio essenziale nutriente alla mistura comunque)!

      Rispondi
  5. Sandra

    Ciao a tutti e grazie per questa utilissima lista!
    Per caso qualcuno sa indicarmi anche prodotti per lo styling dei capelli che siano cruelty free?
    In particolare quegli spray che proteggono il capello dal calore delle piastre (non oso pensare come li possano testare sugli animali!!!!!!!!!!!!!!)
    Grazie infinite! xxx

    Rispondi
    • glendalicious

      Ciao!Ottima domanda, credo che tu li possa trovare sempre cercando questi brand, perché difficilmente producono solo shampoo e balsamo, io purtroppo non uso prodotti per lo styling…però mi hai dato un’ottima idea per una nuova Top Ten, quindi mi metto subito al lavoro 😉

      Rispondi
  6. Jean Everett

    Pro Naturals è il mio preferito 🙂

    Rispondi

Lascia un commento