Lasagne zucca & porcini (vegan)


Le lasagne sono a mio avviso il comfort food per eccellenza; richiedono un po’ più  tempo e cura del solito per essere preparate (ma più che altro si tratta di aspettare che tutti gli ingredienti si amalgamino alla perfezione per creare un sapore nuovo), si possono preparare in svariati modi e la soddisfazione finale è sempre garantita al primo boccone caldo…inoltre il giorno dopo sono ancora più buone. Infine,  sono il piatto da condividere per eccellenza, che tristezza fanno le monoporzioni già pronte al supermercato? Le lasagne sanno di famiglia insomma. E io le adoro!

Siccome da qualche giorno continuavo a parlare di lasagne come il cibo per eccellenza con Jules di Guida Galattica per Vegetariani, discorsi profondi del genere “buoni eh i burger, ma vuoi mettere con le lasagne?” o ” favolosa la pizza, ma a quel prezzo allora mi faccio una bella lasagna” – sì, facciamo discorsi del genere, robbba da food blogger insomma (o da Scemo+ Scemo) – domenica mi sono svegliata chiedendomi “ma da quanto tempo non mangio una lasagna?” e siccome il giorno prima avevo preparato un ragù di lenticchie rosse e zucca niente male- segue ricetta- ho pensato di coccolarmi nel giorno dedicato all’ozio per eccellenza proprio con questa ricetta. Chiaramente in dispensa avevo quasi tutto, tranne farina bianca (che non uso) e latte vegetale non dolcificato, quindi questa lasagna non ha alcun tipo di besciamella…sentitevi libere di aggiungerla, magari frullandoci anche i funghi saltati in padella (ma tenete una parte “pulita” e dei funghi a fettine per lo strato finale), io mi sono arrangiata con quello che avevo e ne sono comunque rimasta molto soddisfatta.

Per il ragù di lenticchie rosse e zucca ho seguito il procedimento della ricetta del Farro al ragù di lenticchie e olive nere, ma ho cambiato la qualità delle lenticchie – ho usato quelle piccole e rosse che cuociono in meno tempo – ho aggiunto due fette di zucca e 3 pomodori perino e ho diminuito la quantità di acqua/brodo … non avete voglia di cliccare sul link? Ok, vi riporto il procedimento 😉

150 gr di lenticchie secche

1 carota

1 cipolla dorata

1 gambo di sedano

2 fette di zucca delica

3 pomodori perino

400 gr di passata di pomodoro

200- 250 gr di brodo vegetale/ acqua

peperoncino, sale e pepe q.b.

1/2  bicchiere di vino da cucina ( meglio se rosso)

olio extra vergine d’oliva

Procedimento

Iniziamo lavando ed affettando la verdura; carota, cipolla e sedano e riduciamoli  a tocchetti, non state lì a rischiare le dita per affettarli sottili sottili, cuoceranno così a lungo che si disferanno comunque. Avete il misto soffritto surgelato? Non abbiate paura di usarlo 😉

Sciacquate sotto acqua corrente le lenticchie per eliminare eventuali impurità.

In una pentola dai bordi alti (io ho utilizzato una pentola in terracotta, ritengo sia la più azzeccata per le preparazioni un po’ lunghe) versate due cucchiai di olio evo, fate scaldare e poi aggiungete il trito per il soffritto (carota, cipolla e sedano) e un po’ di peperoncino se piace. Fate ben imbiondire la cipolla ed appassire un po’ le altre verdure prima di aggiungere le lenticchie ben sciacquate.

Insaporite le lenticchie per 5 minuti, mescolando bene – se occorre aggiungere qualche cucchiaio di brodo vegetale/ acqua.  Aggiungete la zucca e i pomodori perino a tocchetti, lasciate insaporire pochi minuti  e  sfumate col vino, infine aggiungete il brodo vegetale/ acqua, portate a bollore, poi abbassate la fiamma, mettete il coperchio e lasciate cuocere per 10 minuti.

Trascorso questo tempo, aggiungete la passata di pomodoro, salate e  sempre a fuoco basso e sempre con il coperchio proseguite la cottura per altri 30- 40 minuti, rimestando di tanto in tanto.

Per le lasagne;

8 sfoglie per lasagne senza uova (io ho usato quelle di Iris Bio)

2 funghi porcini di medie dimensioni

Ecco la parte “noiosa”; non ci sono storie, le sfoglie per lasagne vanno cotte un pezzo – massimo due – per volta in abbondante acqua salata per circa 5 minuti (sulla confezione di quelle che ho utilizzato io il tempo esatto non era riportato, così sono andata “a forchetta”) perché non c’è niente di più avvilente di una sfoglia spezzata e incollata ad un’altra. Armatevi di pazienza insomma, ne varrà la pena. E ricordatevi di stendere ogni sfoglia su della carta da forno (o uno strofinaccio da cucina pulito e inumidito) una volta scolata.

Vi ricordate come si puliscono i funghi? No? Ecco qui il video di Giallo Zafferano che vi aiuterà a non rovinare i nostri carissimi (in ogni senso) porcini. Tagliate i gambi e cappelle per il senso della lunghezza  piuttosto sottili (dovranno cuocere in forno ) – cercate di ottenere almeno tre sezioni integre di gambo e cappella per lo strato finale.

Ungete il fondo e i lati della teglia prescelta con due/tre cucchiai del ragù di lenticchie e zucca e poi iniziate a comporre gli strati : sfoglia – ragù – funghi e così via. Aggiungete un po’ di sale e pepe e infornate in forno già caldo a 200° per 35-40 minuti ( il mio forno ha dei tempi un po’ lunghi, forse il vostro sarà più efficiente e ci metterà meno- controllate).

Per me questa lasagna ha il profumo dell’autunno!


Lascia un commento