Le 10 migliori tinte per capelli (vegan)


Ebbene sì, PERSINO ai vegani i capelli diventano bianchi con il passare del tempo; d’altra parte è  la genetica a determinare l’età media in cui una persona inizierà ad avere i capelli bianchi. Io però in famiglia ho battuto tutti, sarà che sono quella con i capelli più scuri, ma il giorno dopo aver compiuto 30 anni sono comparsi i primi capelli bianchi e da allora…di strada ne hanno fatta ahimé e siccome i “maledetti” non sono distribuiti in maniera uniforme in stile Paola Marella, ma tendono a colpire a tradimento regalandomi una allure da gattara dei Simpson, sono ormai anni (non saprete MAI quanti!) che ricorro alla tinta. Prima ancora di essere vegana, sono soprattutto allergica al nichel – come il 10% della popolazione femminile- da qui è partita la mia ricerca della tinta perfetta, ovvero cruelty free, priva di ammoniaca, metalli, parabeni, siliconi e formaldeide  e PPD – o che ne contenga il minimo indispensabile per rendere il prodotto a lunga conservazione e sicuro!

morocco method

Se cercate qualcosa di assolutamente naturale e se vi piace una sfumatura ramata per scaldare il vostro colore di base, non esiste soluzione migliore del caro e vecchio henné, oltre a colorare e coprire i capelli bianchi, questo impasto  di rami e foglie essiccati ha proprietà antimicotiche e astringenti. Morocco Method è un marchio americano creato da Anthony Morrocco ben 40 anni fa, sulla base delle sue conoscenze in medicina tradizionale cinese e ayurvedica, produce shampoo, balsami, trattamenti, ma anche spazzole per i capelli e, soprattutto, henné!

lush henné

L’idea di miscelare polvere di henné e acqua e poi applicare l’impasto (che – diciamocelo- non ho un odore gradevolissimo e più sta in posa più inizia a pesare!) sui capelli non vi convince molto?Non troverete mai il tempo per farlo? Ci pensa il “solito” Lush a renderci la vita più semplice (e divertente) con i suoi panetti di henné solido, attenzione però, non potete certo aspettarvi risultati duraturi e strepitosi se non seguite le istruzioni per bene, riuscirete a trovare due ore tutte per voi una volta ogni 5-6 settimane? Me lo auguro!

manic panic

Quello che cercate è un effetto shock? Non vi interessa tanto coprire gli eventuali capelli bianchi quanto tingerli di rosso, verde o, perché no, blu? Con le colorazioni di Manic Panic potrete anche realizzare il sogno di avere i capelli di Jem& Le Hologram! E’ dalla fine degli anni 70 che le sorelle Tish e Snooky lavorano alle loro tinture punk e vegan! Una sicurezza insomma.

Special_Effects_Hairdye_1

Sulla stessa lunghezza d’onda si trova il brand americano Special Effects Hair Dyes, colori un po’ sopra le righe e persino fosforescenti! Per ottenere risultati migliori (ossia più vicini al colore prescelto) è consigliato decolorare i capelli con  perossido.

 sanotint

Cercate un buon prodotto italiano e dai colori un po’ più sobri? Sanotint ha creato la linea Sensitive totalmente priva di ammoniaca (come tutte le altre linee), parabeni, P-FENILENDIAMMINA (PPD) e resorcina, tutti ingredienti potenzialmente allergizzanti e alla lunga dannosi (per i capelli prima e per la salute poi).

Colour Herbe

HerbaTint

Questi due brand sono distribuiti ora dalla stessa azienda, l’inglese Gentle Beauty, ma nascono entrambi dalla mente e dalla competenza di Michele Albergo, l’italiano che già negli anni 70 capì l’importanza di nutrire i capelli con i prodotti giusti, evitando accuratamente di utilizzare ammoniaca o alcol; parlo di Colour Herbe  e Herbatint e le loro colorazioni permanenti e semi, le tinte casalinghe e quelle professionali e gli ingredienti vegetali non testati su animali.

surya brasil

Surya Brasil è uno stile di vita (vegan) oltre che un brand che produce shampoo, lozioni, tinture e henné (già predosati e pronti all’uso), il tutto sfruttando in maniera responsabile le risorse di una terra ricca come il Brasile, ecco che nei balsami non può mancare la noce brasiliana con il suo olio emolliente e nelle tinte spunta l’ açai ricco di minerali per rimpolpare il capello. A San Paolo esiste la Spa….da non perdere proprio!

naturtint-

Dagli anni 90 Naturtint è il marchio spagnolo più innovativo e distribuito in tutto il mondo. ovviamente privo di ammoniaca, parabeni, siliconi, resorcina, paraffine e SLS. La cosa migliore? L’ottimo profumo che hanno, una rarità quando si tratta di prodotti per capelli!

Sante Naturkosmetik

E terminiamo con Sante Naturkosmetik, il marchio tedesco da sempre attento al bio e con un occhio di riguardo per i vegani. Attenzione, non tutti i prodotti sono vegan, ma molti lo sono (ed è indicato) e tra questi ci sono  tutte le tinte per capelli. Peta approved, Sante si distingue anche per il suo impegno proprio contro l’utilizzo di animali come tester e ha deciso di non essere distribuito in Cina (dove tutti i prodotti devono essere testati su animali per essere venduti nel paese).

Oggi piove, sembrerebbe proprio il giorno perfetto per coccolarsi un po’ e farsi belle, no? The Vegan Way però eh 😉


11 risposte a “Le 10 migliori tinte per capelli (vegan)”

  1. Raffaella Scola

    L’ henné nero che uso solitamente non mi convince molto, proverò una di queste tinte naturali ! 😉 Grazie! 🙂

    Rispondi
    • glendalicious

      beh, dalla tua foto direi che funziona, fammi sapere quale preferisci poi! 😉

      Rispondi
  2. Annalisa

    Sai che Surya Brasil non colora granché? a me l’hanno regalato marrone ma non funziona sul mio capello…

    Rispondi
    • glendalicious

      davvero?Ma nel senso che non copre i capelli bianchi o non modifica il colore di base?

      Rispondi
  3. Is

    Ho provato con l’henné colore nero (lasciata su almeno 8 ore) e non ha coperto nulla purtroppo. Ho 20 anni e di solito faccio la permanente nera.. ma vorrei evitare di rifarne altre..

    Rispondi
    • glendalicious

      Ciao!Ma lo ho hai utilizzato per coprire capelli bianchi o per cambiare tonalità al tuo colore naturale? Perché in effetti l’henné funziona più come riflessante, non modifica il colore naturale, ma ne esalta i riflessi e basta ( e copre i capelli bianchi, anche se scarica piuttosto velocemente, tipo in 4 settimane)

      Rispondi
      • Is

        Non ho capelli bianchi per fortuna… l’ho usato per provare a ricoprire la ricrescita bionda. Prima avevo i capelli naturali biondo miele, poi ho fatto la tinta rossa permanente e poi li ho ritinti di nero (permanente). Ho deciso di fare l’henné nero quando ho iniziato a notare che avevo tutti i capelli rovinati. Vorrei poter avere i capelli neri come quando faccio la permanente ma purtroppo l’henné non copre né la ricrescita né i riflessi rossi che purtroppo sono rimasti (e che si vedono tantissimo dopo un po’ che il nero viene lavato via)

        Rispondi
        • glendalicious

          E no, hai ragione, in tale senso l’henné, proprio perchè naturale, non aiuta 🙁 forse con Manic Panic puoi ottenere un buon risultato (però è semipermanente) e nel frattempo fai maschere ed impacchi 1 volta a settimana (consiglio le maschere di Alkemilla!)In bocca al lupo!!!

          Rispondi
  4. Dalia Bianca

    Io da qualche anno decoloro i capelli,il mio colore naturale è quasi nero,ma ora ne ho molti bianchi,vorrei sapere se c’è un decolorante vegan,xche non vorrei cambiare colore, grazie

    Rispondi
    • glendalicious

      Credo che Manic Panic faccia al caso tuo, avendo delle colorazioni così “shock hanno un decolorante ad hoc!

      Rispondi
  5. Le 10 migliori tinte per capelli vegan (2° edition) | It's healthylicious

    […] Ecco le migliori 10 tinte per capelli che rispondono a questi requisiti ( trovate la 1° edition qui) […]

    Rispondi

Lascia un commento