Le borse vegan di Joy


Prima che il sito venisse hackerato, prima che io perdessi circa 10 anni di vita per capire come sistemarlo, prima che iniziasse il countdown alla corsa dei regali di Natale, ebbene prima di tutto ciò, io volevo tanto scrivere di Joy, le borse componibili e personalizzabili 100% cruelty free e vegan! Ci riesco solo ora, ma per fortuna sono ancora in tempo 😉

Che siate tipe da zainetto, pochette o shopping bag, sul sito di Joy troverete la borsa più adatta a voi; sono ben 10 i modelli tra cui scegliere infatti, ma non finisce qui, infatti ciò che rende Joy davvero speciale è la possibilità di personalizzare il modello prescelto, colori – tinta unita o fantasia – e finiture – manici e sacco interno ad esempio –  li potete scegliere voi seguendo il vostro gusto e ogni borsa ne racchiude in qualche modo un’altra in quanto – a seconda dei modelli – pannelli o lati esterni sono in materiale double-face e quindi è possibili averli in colori diversi. I prezzi? Decisamente accessibili, si parte dai € 35,00 per la pochette con catenella Susi ai €99,90 per la big shopper AlicudiIo ho scelto il secchiello Alessia, capiente, pratico e  portabile sia a mano che a spalla, requisito essenziale per me che viaggio sempre con la mia bassotta Mia al seguito!

Per il corpo centrale ho scelto un classicissimo (e invernale) color nero, mentre per i lati ho scelto la fantasia “effetto maglia intrecciata” in grigio da una parte e panno grigio dall’altra e ho lasciato i manici neri. Ok, forse non ho avuto proprio una grande fantasia, lo ammetto, ma alla fine il nero va con tutto, no? 🙂

Attraverso dei semplici bottoni a pressione all’interno del corpo centrale   si possono staccare i pannelli laterali per cambiare la fantasia double face quando si vuole e ZAC avere una borsa nuova – o quasi 😉

Di che materiale sono fatte le Joy bags? Di Eva, sigla che sta per etilene vinil acetato, un materiale plastico a base di polietilene conosciuto per le sue proprietà  elastiche e la sua  elevata morbidezza, oltre che per la sua atossicità. E’ in pratica il materiale con il quale si realizzano  tappeti, attrezzature per palestre e/o piscine, ma è anche la materia prima dei sandali o delle suole delle scarpe di tipo sportivo e delle pavimentazioni antitrauma nelle aree bimbi nei parchi. Certo, è pur sempre plastica, ma più ecologica insomma.

Il marchio è nato tre anni fa da un’idea di Carlo, designer di lunga esperienza,  e del figlio Adriano e ciò che si proponevano era molto semplice;  contribuire alla creazione di una moda
cruelty-free, non utilizzando materiali di origine animale e  offrire un’alternativa alla pelle, il tutto offrendo un prodotto femminile, innovativo e personalizzabile. Oltre alle borse sul sito si possono trovare sandali estivi, cinture, portachiavi e trousse per il trucco.

La caratteristica che amo di più della mia Alessia è la leggerezza; per chi – come me- ha la borsa alla Mary Poppins è essenziale che la struttura della borsa sia leggera, pena ritrovarsi con polso o spalla dolorante la sera.

Fino al 31.12.18 potete usufruire di uno sconto del 10% inserendo alla fine del vostro ordine il codice ” healthydelicious10″ – io vi ho avvisate 😉

 


Lascia un commento