Mousse all’aquafaba (e cioccolato!)


Ormai avrete capito che ho un debole per il cioccolato, soprattutto quando si presenta sotto forma di mousse soffice e spumosa, qui sul blog potrete trovare 4-5 varianti con i più diversi ingredienti, dall’avocado al più tradizionale latte vegetale. Ebbene sì, lo ammetto, sono golosa e anche un po’ monotematica, ma perché una ricetta diventi un cavallo di battaglia bisogna sempre perfezionarla e sperimentare varianti, no? Ecco allora che anch’io mi sono tolta lo “sfizio” di testare l’aquafaba, ossia l’acqua di conservazione dei legumi (dei ceci in particolare, ma anche quella dei cannellini funziona perfettamente) dopo aver letto mille ricette sul web. A dire il vero non è la prima volta che la utilizzo, d’altra parte consumando molti legumi tra l’acqua di conservazione di quelli in lattina e quella di ammollo dei legumi secchi mi sono sempre chiesta come non sprecarla, inoltre è dalla fine del 2014, ossia da quando lo chef francese Joël Roessel ha scoperto la capacità di questo liquido di montare come l’albume d’uovo, che in rete si possono trovare ricette per vegan macaron, meringhe e ovviamente mousse. 

Io, da brava massaia pratica, ho ridotto all’osso gli ingredienti – sono solo 3 infatti – ma ciò non impedisce di ottenere un risultato strepitoso (e assicurato), inoltre ci si può sempre sbizzarrire con le decorazioni se proprio si ha del tempo in più! Panna montata di cocco o riso, frutti rossi freschi o congelati, fiori eduli, granella di nocciole o pistacchi o, perché no, scorzette di arancia ricoperte di cioccolato fondente. Tutto è concesso… soprattutto quando si risparmia tempo nella preparazione di base!

Le dosi sono per 4 coppette abbondanti

Ingredienti

L’ aquafaba di una lattina di ceci (o fagioli cannellini)

2 cucchiaini di sciroppo d’acero/zucchero di cocco (in questo caso lo zucchero andrà polverizzato per renderlo ” a velo”)

150 gr di cioccolato fondente

Procedimento

Con l’aiuto di un colino a maglie fitte scoliamo i nostri ceci in una ciotola piuttosto capiente e dai bordi alti (che utilizzeremo per “montare” la nostra aquafaba, così eviteremo di sporcare troppo 😉  ). Se abbiamo deciso di utilizzare lo zucchero di cocco dobbiamo ridurlo “a velo” con l’aiuto del frullatore – armatevi di pazienza, perché sia davvero fino fino ci vorranno almeno un paio di passaggi e di “grattatine” ai bordi.

Nel frattempo facciamo a pezzi il nostro cioccolato fondente e lo facciamo sciogliere a bagnomaria, avendo cura di non farlo bollire, ma solo sciogliere per bene.

Con l’aiuto delle fruste elettriche iniziamo a montare la nostra aquafaba, aggiungendo  dopo circa uno o due minuti e gradualmente lo zucchero. In cinque minuti circa otterrete la vostra aquafaba in tutto e per tutto simile agli albumi montati ( la mia era era solo un po’ più scura per via dello zucchero di cocco). Accertatevi che sia bene soda e montata!

Ora, con molta calma, iniziate a versare il cioccolato sciolto con l’aiuto di una spatola e con movimenti circolari dal basso verso l’alto fino ad ottenere la perfetta unione dei due ingredienti ( anzi tre perché c’è pur sempre lo zucchero).

Finito.

Distribuite la mousse ottenuta in 4 coppettine, coprite bene e lasciate riposare in frigorifero per almeno un’oretta.

Al momento di servirle decorate con ciò che più vi piace (vedi sopra), io ho utilizzato della panna spray (acquistata) di riso della Soyatoo e dei chicchi di melograno congelati, tutto qui!

i love tofu & you


Lascia un commento