Penne di farro con pesto fresco di menta


[:it]

E’ luglio e fa un caldo insopportabile, c’è un’umidità che regala acconciature afro anche a chi ha spaghetti al posto dei capelli e nessuno – men che meno io  – ha voglia di cucinare per davvero, ma bisognerà pur magiare no? Anzi, è il momento di non farsi mancare un quotidiano apporto extra di sali minerali proprio per contrastare gli effetti del caldo asfissiante, quindi, se avete passato una settimana a far funzionare al massimo il frullatore della vostra cucina, è arrivato il momento di utilizzarlo anche per qualcosa che non sia una zuppa fredda o uno smoothie, ma un bel pesto fresco freschissimo, perfetto per condire una pasta un po’ diversa, magari di farro, come quella scelta da me.

Ingredienti;

Formato di pasta di vostra scelta, io ho optato per una pasta corta, ma anche lo spaghetto si sposa un gran bene

1 tazza di foglie di menta lavate e asciugate

1/2  tazza di foglie di basilico lavate e asciugate

1    zucchina piccola

1 spicchietto di aglio

1 manciata di mandorle ( pelate o non pelate, come preferite)

1-2 cucchiai di lievito alimentare ( opzionale)

2-3 cucchiai di olio extra vergine di oliva

sale& pepe q.b.

Procedimento;

Portare a bollore abbondante acqua salata in una pentola e far cuocere il formato di pasta prescelto per il tempo indicato in confezione.

Nel frattempo pelare lo spicchio di aglio, lavare ed asciugare bene le foglie di menta e basilico, spuntare, lavare e ridurre a tocchetti di circa 1 cm la zucchina.  Versare nel boccale del frullatore o nel bicchiere del frullatore ad immersione le mandorle – vanno bene sia pelate che non pelate, io personalmente per i pesti le preferisco non pelate perché regalano un sapore più “rustico”- e frullarle per 1 minuto o anche meno, devono restare granulose, non ridursi in polvere.

Aggiungere la zucchina a tocchetti, le foglie di basilico e menta e lo spicchietto di aglio. Versare  due cucchiai di olio, salare e frullare per 3 minuti circa con movimenti dal basso all’alto ( se state usando il frullatore ad immersione ovviamente). Aggiungere l’olio restante – se necessario-  e il lievito nutrizionale e frullare per altri 30 secondi.

Scolare la pasta ben al dente, avendo cura di mettere da parte una tazzina da caffè dell’acqua di cottura per allungare il pesto in caso di necessità. Versare la pasta in una ciotola e condirla con il pesto. Regolare di pepe o peperoncino al gusto. Impiattare e decorare con una spolverate di lievito nutrizionale e qualche fogliolina di menta  e basilico.

La parte più difficile sarà scolare la pasta, promesso!

[:]


Lascia un commento