Pittarosso Pink Parade 2015 a Milano


Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno, molti sono gli eventi e le manifestazioni per sensibilizzare le donne su questo tema, perché anche se il cancro al seno colpisce 1 donna su 10, ottenendo il triste trofeo quale  tumore più frequente nel sesso femminile e rappresentando il 25% di tutti i tumori che colpiscono le donne, è anche vero che vincere la malattia è  possibile nella grande maggioranza dei casi, grazie soprattutto alla prevenzione e all’anticipazione diagnostica. Autopalpazione, ecografia mammaria e mammografia sono gli strumenti migliori che noi donne abbiamo per scoprire e prendere in tempo questo male, scegliere un’alimentazione integrale e il più possibile vegetale è il modo migliore per prevenire la malattia stessa, incrociare le dita e sperare che il nostro bagaglio genetico sia fortunato è la preghiera più grande. 

Io ho scelto di seguire un’alimentazione vegana per motivi prettamente salutistici all’inizio, ho ribadito più volte di non avere un bagaglio genetico dei più fortunati e questa è stata la mia spinta “egoistica” iniziale, poi, una volta aperti gli occhi sulla realtà, anche il discorso etico ha assunto un profondo significato; questo è il bello di intraprendere un percorso personale nuovo, non si smette mai di crescere in qualche modo.

Pittarosso Pink Parade 1

Ho divagato un po’, d’altra parte il discorso mi sta particolarmente a cuore perché sarebbe facile descrivere la Pittarosso Pink Parade come una camminata non competitiva di 5 km per raccogliere fondi a favore della Fondazione Umberto Veronesi, la quale eroga borse di ricerca a medici e scienziati  per sostenere  studi all’avanguardia in campo oncologico. Ma la Pittarosso Pink Parade è molto di più; è fatta di gente, di donne, uomini, bambini (e anche tanti cani!) che vogliono condividere la loro forza e anche il loro dolore, che attraverso la loro sola presenza dicono “Io ce l’ho fatta” o anche ” Io sono qui per te e non ti dimenticherò mai”. La Pittarosso Pink Parade è il progetto Pink Runners di Pink is Good ; le  40 favolose guerriere che hanno corso la mezza maratona di Valencia e si adoperano, dopo aver vinto la malattia, per sensibilizzare le altre donne e dare speranza alla ricerca ( la foto di copertina è tratta da LifestyleBlog.it )

Tra i main sponsors non poteva mancare Dole con la sua frutta fresca ed il suo costante impegno nella divulgazione di uno stile alimentare principalmente vegetale e salutare attraverso la sua campagna #MyEnergy, inoltre qual è il frutto prediletto dagli sportivi? Non solo il buon senso, ma anche tanti studi di settore hanno incoronato la banana il prodotto migliore da consumare  pre e post gara, vi ricordate tutto ciò che ho imparato durante la mia visita al Dole Nutrition Institute, no? Ecco dunque come mi sono preparata alla “gara”; ‘nana cream come non ci fosse una domani e tanta altra buona frutta Dole 

NanaCream

Kiwi Dole

Io, la mia bassotta Mia e altre 7.000 persone ci siamo trovate in Corso Vittorio Emanuele domenica 25 ottobre per camminare insieme, colorando Milano di rosa in una grigia domenica autunnale. Tante le storie condivise, tante le emozioni provate, due le persone che più mi sono rimaste nel cuore, Michele e Marisol, incontrati per caso e spero nuovi amici per sempre.

Pittarosso Pink Parade 2

Poco meno di un’ora dopo la partenza sono giunta al traguardo ed era decisamente arrivato il momento  di fare una seconda colazione 😉 come me dovevano pensarla in molti, infatti lo stand Dole con le sue banane gratuite ed il divertentissimo set fotografico ha riscosso un grande successo, d’altra parte non c’è integratore o bevanda energetica che tenga, lo sappiamo bene ormai! Viva Madre Natura con le sue banane naturalmente ricche di potassio, ferro, zuccheri semplici e fibre (e non dimentichiamoci gli antiossidanti contenuti soprattutto nella buccia) perfette per recuperare le energie dopo una performance atletica, ma anche per coccolarsi con dolcezza in ogni momento della giornata.

Dole Pittarosso Pink Parade


Lascia un commento