Straziami ma di tofu saziami


[:it]

Navigando in rete qualche mese fa avevo trovato una divertente recensione del romanzo “Straziami ma di tofu saziami” (edito da Rizzoli) sul blog di Casa La Laiza ed ero corsa (letteralmente) in libreria a comprarlo, per poi divorarlo in pochi giorni, complice la trasferta pasquale da Blondie  con relative attese all’aeroporto. Mi sono decisa a scrivere la mia opinione su questo romanzo solo ora perché mi piace che i sentimenti, le emozioni e le idee scaturite dalla lettura di un libro sedimentino un po’ in me per poi vedere cosa veramente mi sia rimasto.

cover primo titolo

“Come sopravvivere a un vegano (ed altri eventi della vita)” era il titolo originale di questo libro che tutto è meno che un manuale – come il titolo avrebbe suggerito- quindi per fortuna che hanno deciso di dichiarare fin da subito la natura del contenuto attraverso il nuovo e definitivo titolo “Straziami ma di tofu saziami” , inoltre, da vegana non sono certa che avrei avuto l’ironia necessaria per acquistare un libro con  il titolo originale! Questo è un romanzo in tutto e per tutto, dove il veganesimo  è la “scusa” (o meglio l’espediente letterario)  per raccontare l’amore ai tempi nostri, dove una donna, Alice, ha fatto proprio il motto Darwiniano “Sopravvive chi si adatta meglio” e l’ha applicato – da tutta la vita- anche alla sfera sentimentale della sua vita, con risultati disastrosi.  E’ diventata una maniaca del fitness con il Fidanzato Palestrato, una fervente religiosa con il Ciellino e una yuppie rampante divisa tra Milano e Londra con il Businessman. Inevitabile che si lasciasse travolgere anche da Francesco Il Vegano, bello come un Dio, appassionato e convinto della sua scelta di vita. A livello teorico lei condivide tutto ciò che Francesco predica, ma lo fa per assecondarlo e per sentirsi una persona migliore, ecco perché si proclama vegana davanti ad un spritz (di troppo) condiviso con un astemio. Ci sono tutte le basi per una relazione disastrosa insomma.

Alice, con le sue insicurezze, la sua grande ironia, il suo desiderio di evolvere e cambiare, dimenticandosi però di chiedersi cosa davvero la faccia stare bene, mi piace moltissimo e credo che avrebbe potuto davvero fare la scelta veg consapevolmente se non si fosse trovata davanti a Francesco, che  si erge spesso a giudice di ciò che è giusto e sbagliato, estremizzando comportamenti alla base responsabili ed altruisti, ma che sfociano nel ridicolo, perché il bel Francesco non è solo vegano, ma anche attivista, ecologista ed animalista all’ennesima potenza. Intendiamoci, è un uomo  che dà tanto a chi ama – ovvero il mondo intero- ma non è l’uomo dei sogni per chi vorrebbe essere il suo unico mondo; ci sarà sempre una nutria in pericolo che verrà prima di Alice, ecco.

Ma il Veganesimo è appunto solo l’espediente letterario per aiutare noi lettori a capire cosa sia il vero amore e, per quanto retorico  possa sembrare, una regola fondamentale per trovare il Vero Amore è  quella di essere se stessi con l’altro, ciò non significa fossilizzarci nelle nostre prese di posizione, bensì aprirsi all’altro, farsi vedere per come si è davvero e POI venirsi incontro per trovare un terreno comune. Sembra facile, eh?

maraone-e-la-rosa

Eccole qui le autrici del romanzo, Paola Maraone (a sinistra), tra le altre cose blogger di Ero una brava mamma prima di avere figli , e Paola La Rosa , la vera Alice insomma,  amiche sin dai tempi del liceo; due donne moderne, affascinanti, realizzate sia lavorativamente che affettivamente ( 3 figli una e 2 l’altra). Due donne in cui è facile rispecchiarsi – anche se magari non tutte abbiamo raggiunto tutti i loro traguardi- perché dotate di una grande ironia prima di tutto nei confronti di se stesse e poi nei confronti della vita stessa. Paola/Alice è stata vegana per sei anni , ora dice di essersi “disintossicata”, verbo un po’ forte da utilizzare,ma comprensibile dopo aver letto la sua storia – romanzata eh!- con Mr Vegano.

Un libro scorrevole, divertente, che strappa più di una risata (persino ai vegani!) e che si fa leggere con avidità e ci aiuta a ricordare di non perderci mai nell’altro…se prima non ci siamo trovate da sole 😉

Voto: 🙂 🙂 🙂

[:]


2 risposte a “Straziami ma di tofu saziami”

  1. 10 libri per un'estate vegan - It's healthylicious

    […] Straziami ma di tofu saziami di Paola Maraone e Paola La Rosa ne ho già ampiamente parlato in questo articolo dello scorso maggio; anche in questo caso si tratta di una storia scritta da una ex vegana e che […]

    Rispondi
  2. "Ho sposato una vegana" di Fausto Brizzi - It's healthylicious

    […] spesso mi ritrovo a ridere ai vari meme onnivori che girano sul Social Network, ho letto “Straziami ma di tofu saziami” sperando di non incontrare mai un uomo come Francesco, il veganista utopico per eccellenza. […]

    Rispondi

Lascia un commento