Spaghetti barbabietola&carciofi


Lo sapete, da quando ho “riscoperto” la barbabietola, dopo anni passati a considerarla un ortaggio di serie C, ne consumo quantità industriali e mi piace in ogni modo…persino cruda affettata sottile sottile! Per mitigare l’innegabile sapore terroso basta aggiungere qualche goccia di limone e voilà, problema risolto anzi, cosa facendo, assorbiremo meglio il ferro che contiene. Deve il suo bel colore rosso rubino alla presenza di antociani, ottimi per la salute del nostro cuore e della microcircolazione in generale. Ricca di molti sali minerali quali sodio, calcio, potassio, ferro, magnesio e fosforo è consigliata  a chi soffre di anemia e in generali quando si stanno affrontando momenti di stanchezza. Ho detto che ha anche poche calorie? Attenzione però agli zuccheri (non per niente se ne ricava lo zucchero) se soffrite di diabete e anche di calcoli renali – contiene infatti ossalati . Leggi…


Le novità vegan di Pastiglie Leone


E’ proprio il caso di dirlo “C’era una volta…e ora non c’è più!”, mi riferisco alla grande novità che Pastiglie Leone ha introdotto nelle sue mitiche pastiglie; bye bye “cara” cocciniglia, il tuo carapace non sarà più essiccato e triturato per ottenere la tinta rosso carminio, almeno non più da Pastiglie Leone che ha optato per i vegetalissimi antociani e ha deciso di lanciare la novità nella sua Limited Edition dedicata alla favole più amate da sempre – C’era una volta. Leggi…


Zuppa di lenticchie e cavolo nero


Dopo essermi dilettata in zuppe e vellutate prevalentemente crudiste durante l’estate, finalmente torna l’autunno e le zuppe ricompaiono prepotentemente sulla nostra tavola – anche se dalla mia non se ne sono mai andate, a dirla tutta! Questa zuppa base di lenticchie beluga e cavolo nero (detto anche riccio o Toscano)  oltre ad essere buona, fa anche particolarmente bene poiché questa particolare varietà di lenticchie, oltre a cuocere più velocemente delle altre qualità (venti minuti sono sufficienti), è ricca di antociani i quali sono  in grado di reagire con gli ossidanti quali l’ossigeno molecolare e i radicali liberi riducendo così i danni che queste molecole possono provocare alle cellule e ai tessuti. Tradotto: proteggono dalla fragilità capillare e dai  vari processi di invecchiamento tra le altre cose 😉 Del cavolo nero ormai sappiamo tutto, essendo uno dei super food per eccellenza, no? Fibre, vitamina K e C, antiossidanti tanto per ricordarne alcuni. Inoltre cavoli e legumi mangiati insieme si potenziano vicendevolmente, aumentando il potere saziante ed i benefici.  Leggi…