Vegan muffin al cioccolato fondente e noci pecan


Finalmente una ricetta dolce!in effetti, pur essendo molto golosa, non preparo spessissimo dolci…più che altro perché sono quasi sempre esperimenti o variazioni sul tema che con i dolci sono quasi sempre un azzardo, la pasticceria infatti è un’arte matematica ( in cui io sono negata) , di conseguenza, per non avvelenare i miei ospiti, gli esperimenti li mangio tutti io e siccome soffro della sindrome ” Non butto via niente”, finisce che mi mangio tutto sempre e comunque a prescindere dal risultato. D’altra parte è così che si impara,no? 

Questi muffin però mi sono venuti bene e quindi vorrei condividerli con chi mi legge <3. La foto risale al Natale scorso (ammirate sullo sfondo il mio glorioso albero di Natale!) ed infatti manca il consueto marchio di copyright 😉 inoltre avrei potuto fare una foto più carina o almeno mostrare le noci pecan, ma l’anno scorso non immaginavo certo di iniziare un blog!

La ricetta proviene da un sito italiano splendido Vegan Cupcakes , ahimè ultimamente abbandonato dal suo proprietario poiché, come da lui dichiarato sulla pagina Facebook , è diventato praticamente fruttariano, quindi ha detto addio al forno, credetemi, è una grave perdita per tutti noi, ma se è felice lui, io sono contenta per lui e lo ringrazio tanto per le splendide ricette che ha condiviso! Io mi sono ispirata alla sua ricetta per i  Vegan Dark Chocolate Cupcakes ,ma ho eliminato il frosting ( che caratterizza e differenzia un muffin da un cupcake) optando per una semplice “colata” di cioccolato fondente fuso e ho inserito le noci pecan nell’impasto;

Ingredienti ( come riportato dallo stesso autore+ miei varianti);

  • 230ml di latte di soia
  • 1 cucchiaino di aceto di mele
  • 175g di zucchero di canna grezzo
  • 50ml di olio di semi di girasole
  • 3-4 grossi noci pecan tritate a mano in grossi pezzi
  • 145g di farina integrale di grano tenero
  • 60g di cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino scarso di lievito per dolci
  • Per la copertura : cioccolato fondente sciolto a bagnomaria

Procedimento;

Non ringrazierò mai abbastanza l’autore della ricetta per avermi insegnato il “trucchetto” del latte di soia che si trasforma in una crema grazie all’aggiunta di un cucchiaino di aceto di mele, rendendo così più semplice  la preparazione di ogni dolce. Quindi iniziate da questo: in una ciotolina versate il latte di soia e aggiungete l’aceto di mele, mescolate e mettete da parte. In un’altra ciotola mischiare la farina, lo zucchero, il cacao ( e non abbiate timore di usarne di più!), le noci pecan in grossi pezzi ( lasciatene una intera per decorare ogni muffin, non fate come me!) , il bicarbonato ( indispensabile per ottenere una pasta soffice) ed il lievito. In un’altra ciotola unire gli ingredienti umidi, ossia il latte di soia ormai cremoso e  l’olio. A questo punto, unire gli ingredienti secchi con quelli umidi e con l’ausilio di fruste elettriche ( o di un robot da cucina) amalgamare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo, cremoso,ma compatto. Versare in stampini o negli appositi pirottini di carta/silicone e informare a 180° per circa 35 minuti ( prova stecchino necessaria).

Mentre i muffin sono in forno, sciogliete a bagnomaria del cioccolato fondente, mescolando spesso. Lasciate intiepidire.

Quando avrete sfornato i vostri muffin e li avrete lasciati intiepidire , versate il cioccolato fuso e lasciate rapprendere.Se siete stati bravi e avete tenuto da parte delle belle noci pecan, usatele su ogni muffin per decorare.

Esiste una merenda più golosa?


2 risposte a “Vegan muffin al cioccolato fondente e noci pecan”

  1. Rosanna

    Ho provato più di una volta a far “cagliare” il latte di soia con l’aceto di mele ma a me rimane liquido. Come mai? Quali sono le dosi corrette e quanto deve riposare? Ciao

    Rispondi
    • glendalicious

      Ciao!Un po’ liquido resta sempre eh, non ti preoccupare, ad ogni modo queste sono le proporzioni: 1 tazza (250 ml) di latte vegetale
      + 1 a 4 cucchiaini (5-20 ml) di aceto di mele, dipende un po’ anche dal tipo di latte che utilizzi!Fammi sapere se così va meglio!

      Rispondi

Lascia un commento