Veggy Days, Salò (BS)


Sono capitata a Salò davvero per caso, il Lago di Garda infatti non rientrava nei miei piani vacanzieri, non certo perché manchino i bei posti, anzi, è vero tutto il contrario, ma forse perché avendolo così vicino l’ho sempre dato un po’ per scontato. Grosso, grosso errore, lo ammetto. Salò è un paese magnifico, ricco di storia – venne fondato dai Romani ed esiste ancora oggi una necropoli – logisticamente ben organizzato per sostenere il flusso di turisti durante i mesi estivi (e non solo) con parcheggi ampi appena fuori dal centro, curato, pulito e moderno, senza per questo risultare finto; insomma, è  un posto che attira un certo tipo di turismo meno chiassoso di tante altre località italiane. E poi vogliamo parlare del fascino del Lago? Con le sue acque chiare e terse, la vegetazione fitta di canneti, i cigni e le papere padroni indiscussi  e quella brezza dolce che è come un balsamo per l’anima. 

Di solito quando vado in un posto nuovo cerco di informarmi su possibili ristoranti adatti alle mie esigenze alimentari, giusto per non ritrovarmi a mangiare solo un’insalata, le verdure grigliate o la pizza senza mozzarella – tutte soluzioni accettabilissime per un giorno, ma non oltre! Essendo la gita a Salò del tutto imprevista, non ho avuto tempo di fare alcuna ricerca sul campo, ma ero piuttosto fiduciosa; la bella stagione trasforma tutti in potenziali vegani, inoltre la forte presenza di turisti tedeschi ed inglesi mi faceva ben sperare…ed infatti, passeggiando sul Lungolago con Blondie e la mia piccola bassotta Mia  sono stata folgorata da un cartello che recitava: “Veggy Days, risto e market vegano dal gusto italiano” con tanto di freccia per indicare la direzione per raggiungerlo – il Veggy Days di Salò si trova  in Piazza Leonardo Da Vinci, 7, a 200 mt scarsi dal Lungolago.

Veggy Days Salò

Eccoci dunque in modalità “gambe sotto il tavolo” pronti a sfogliare il menù di questo delizioso locale sotto un portico affacciato su un piccolo parcheggio, tavoli di legno chiaro e sedie colorate, cucina a vista – cosa che apprezzo sempre moltissimo- e piccolo reparto market. Nonostante l’orario un po’ tardo per il pranzo, tante persone ancora intente a gustarsi un buon manicaretto o ad attendere il proprio ordine take away. Una menzione d’onore va al tavolo presidiato dal parroco – giovanissimo – e da 5-6 ragazzi e ragazze che con lui discutevano di sport, problemi personali e persino di social networks (sto ancora cercando il profilo Instagram del prete!) con una confidenza e spontaneità da ambo le parti davvero invidiabile, questo è sicuramente uno degli aspetti più positivi del vivere in una piccola comunità dove ci si conosce tutti!

VeggyDayus Apetizer

Tornando al cibo, nell’attesa di scegliere tra le mille proposte del ricco menù  che comprende antipasti, primi piatti (zuppe, risotti e paste), secondi piatti (a base di seitan, tempeh e lupino), insalate componibili a piacere e panini che spaziano da burger vegetali  a  piadine, focacce, hot dog e tramezzini per finire con una carta dei dolci altrettanto ricca. Io e Blondie ci abbiamo impiegato almeno un 10 minuti per scegliere cosa ordinare, senza considerare che ogni giorno ci sono nuove proposte! Per “aprire le danze” ci siamo fatti tentare dalle classiche patatine in versione al forno, ma sembrano proprio fritte, vero? Croccanti, dorate e morbide all’interno servite con ketchup e maionese vegetale home made, una bontà quasi guilt free 😉 . A seguire, le veg olive ascolane sempre cotte al forno e non fritte, panatura perfetta, ripieno fatto con un trito di olive (sì, olive ripiene di olive!) saporitissimo  e una mis en place semplice ma d’effetto e soprattutto pratica!

VeggyDaysFood 2

Alla fine ci siamo decisi, ma dopo davvero moltissime tentazioni e ripensamenti; come rinunciare ad assaggiare ad esempio la Vellutata di zucca e lenticchie al profumo di curcuma e zenzero? O il Risotto del Bosco Magico con funghi e crema di radicchio? O il Goulash di seitan con funghi e patate?  E il Veg Dog? Credetemi, non è stato facile, ma alla fine abbiamo optato per il Quinoa Burger (a sinistra) con bun integrale, burger di quinoa e zucchine, pomodoro, insalata, mayo veg e semi di papavero e il Crumble di tempeh al limone con erbe aromatiche ( a destra) cotto al forno, se solo fosse possibile trasferirvi il profumo di limoni del Garda  ne rimarreste inebriati così come è successo a me e Blondie, un toccasana in una giornata tanto calda di mezza estate!

Veggy Days Food

Il Quinoa Burger rispettava tutti i requisiti necessari per superare il test; ovvero bun croccante, ma non secco o, peggio ancora, troppo morbido perché inzuppato di salse o liquidi vari- il burger a base di quinoa e zucchine molto saporito, compatto e perfettamente cotto, ottimo il pomodoro, essendo di stagione poi, e perfetta la maionese, tra le più leggere che abbia mai assaggiato, capace di esaltare e non coprire i sapori. Il Crumble di tempeh ha superato le più rosee aspettative; oltre alla fragranza di limoni, anche gli altri aromi utilizzati hanno conferito al piatto un gusto eccellente che si sviluppa piano piano e che viene reso più tondo dalla croccantezza del tempeh cotto al forno dopo la marinatura nelle erbe aromatiche. Un discorso a parte (ed un articolo dedicato quanto prima) lo merita la bevanda consigliataci dal gentilissimo Proprietario del locale (vegetariano da oltre 10 anni se non ricordo male e vegano da poco meno di due), un succo d’uva di produzione locale (Cascina Belmonte a Muscoline, provincia di Brescia) completamente crudo e biologico chiamato D’UVA, ottenuto  dalla semplice pressatura a freddo dell’uva appena raccolta, senza coloranti, conservanti e aromi e senza peraltro zuccheri aggiunti, solo quelli naturali dell’uva. Disponibile in quattro varianti, noi abbiamo optato per quella con Zenzero e Citronella e ne siamo rimasti entrambi piacevolmente stupiti; rinfrescante ed appagante, dal gusto pieno, dolce e “scoppiettante”, non vedo l’ora di approfondire la conoscenza su questo prodotto locale ed italiano!

Essendo Veggy Days un franchising con locali che vanno via via aprendo in tutta Italia bisogna davvero tenere d’occhio il sito con l’elenco per verificare il punto vendita più vicino a voi!

Voto; 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂  – assolutamente da provare i dolci, tra cui la Vegan CheeseCake!!


Lascia un commento