Vellutata di cavolo romanesco


Potevo non deliziarvi con l’ennesima ricetta per una calda vellutata invernale? Sapete bene quanto la vecchina in me adori gustarsi  una bella zuppa per cena, inoltre  il cavolo romanesco (conosciuto anche come broccolo romano o cavolo cimoso)  è di stagione ( e lo sarà fino a marzo) quindi lo si può trovare facilmente a km 0 e biologico spendendo il giusto. Tra le tante proprietà nutrizionali, ricordiamo l’alta percentuale di vitamina C  e di calcio, nonché la grande quantità di fibre, che aiutano il lavoro dell’intestino e scongiurano i tumori legati all’apparato digestivo. Inoltre ha un basso contenuto di calorie e credo che in questo periodo post festivo siamo ancora un po’ tutte se non a dieta, almeno in fase detox, ecco dunque che il cavolo romanesco ci viene in soccorso.

Ingredienti:

Cavolo romanesco ( solo le cime, ma conservare le foglie ed il gambo per il brodo)

2 patate di medie dimensioni ( ben lavate, non pelate e tagliate a tocchetti piccoli)

un litro circa di brodo vegetale

olio evo

sale& pepe qb

1 carota

1 cipolla

1 cucchiaio di Provamel Zero  Sugars Alternativa allo  yogurt

semi di lino

lievito alimentare ( io attualmente sto utilizzando quello  in scaglie di Ki )

IMG_9308

Procedimento:

Per rendere la cottura più veloce e mantenere il più possibile intatte le proprietà nutrizionali  del cavolo ( e di tutte le verdure in generale), è consigliabile che la cottura non superi i venti minuti, infatti, se prolungata, distrugge gran parte delle vitamine, lo rende poco digeribile e di odore sgradevole. Per accellerarne la cottura, un piccolo espediente è quello di cimare bene il broccolo e tagliare tutte le verdure ( patate, carota e cipolla) a tocchetti molto piccoli 😉

Far appassire cipolla e carota in olio evo finché non saranno entrambe tenere, aggiungere  le patate a tocchetti , far insaporire per qualche minuto  a fiamma vivace, poi coprire con un paio di mestoli di brodo vegetale  e lasciar cuocere a fiamma dolce  – ricordarsi la “regola” del “coprire, non affogare” le verdure -per una decina di minuti ( all’occorrenza aggiungere altro brodo).

Quando le patate saranno tenere, aggiungere le cime di cavolo romano e coprire con altro  brodo . Proseguire fino a che il cavolo non sarà morbido ( ci vorranno circa 10 minuti). A questo punto , regolare di sale e pepe, togliere qualche cimetta intera da utilizzare per la decorazione del piatto, frullare il resto con il vostro frullatore ad immersione, aggiungere un cucchiaio di Provamel Zero Sugars ( ormai l’avrete capito, io lo utilizzo un po’ ovunque, trovo che regali cremosità  ad ogni ricetta dolce o salata)  e amalgamare bene.

Al momento di impiattare, versare la vellutata, guarnire con  le cimette intere conservate , qualche goccia di Provamel per un piacevole effetto cromatico, una manciata  di semi di lino e una spolverata di lievito alimentare. Ecco fatto!


Lascia un commento