Cicoria con sesamo e bacche di Goji


[:it]

La cicoria appartiene più alla stagione estiva in effetti, ma si coltiva tutto l’anno e ne esistono differenti qualità. A me ricorda gli anni in cui ho vissuto a Roma, dove si doveva mangiare rigorosamente ripassata in padella con olio, aglio e peperoncino, buone per carità,ma certo un filo pesantina 😉 ecco perché quando l’altro giorno mi è arrivata la mia cassettina Bioexpress contenente, tra le altre cose, anche un bel mazzo di cicoria fresca fresca, ho pensato ad un modo un po’ diverso di gustarla, più leggero,ma non per questo meno appagante.

Un piccolo “trucco” per mantenere la cicoria croccante anche se si sceglie di bollirla consiste nel cuocerla in  abbondante acqua già in bollore  ( al contrario del solito insomma, dove si mettono le verdure in acqua fredda e si portano ad ebollizione), così i gambi resteranno belli “scrocchiarelli”. Per il resto, solitamente bastano 10 minuti di cottura per cuocere un bel mazzo di discrete dimensioni senza peraltro perdere tutte le proprietà nutritive. Un altro trucchetto per mitigare il gusto amaro della cicoria è quello di farla  bollire insieme ad  una fetta di limone, il resto del succo lo utilizzerete per condirla una volta cotta.

Ingredienti:

1 mazzo di cicoria pulita ( scartate solo per foglie esterne se sciupate) e cotta per 10 minuti in acqua bollente

1 limone

olio evo

semi di sesamo

bacche di Goji ( che potete far rinvenire nell’acqua di cottura della cicoria per qualche minuto prima di scolare)

Procedimento;

Una volta scolata, messa in acqua e ghiaccio ( o acqua molto fredda) e strizzata delicatamente la cicoria affettarla in tre parti e trasferirla in una ciotola capiente. Condirla con il succo di mezzo limone, un giro di olio evo, le bacche di Goji  leggermente reidratate e una manciata di semi di sesamo.

Ecco fatto, un piacevole e colorato contorno perfetto per onnivori e vegan!

[:]


Lascia un commento