Farro al ragù di lenticchie e olive nere


Ogni tanto mi capita di poter dedicare un po’ dei consueti 20-30 minuti alla preparazione dei pasti, questa ricetta è nata in uno di quei giorni fortunati quindi, ma niente paura, per la maggior parte del tempo dovrete solo controllare che il ragù non bruci 😉 

Avevo una mezza confezione di lenticchie marroni aperta da tempo immemorabile, di quelle che non necessitano nemmeno di ammollo, e una passata di pomodoro favolosa regalatami dal mio custode, fatta dai suoi parenti a Catania, così ho pensato che un bel ragù di lenticchie sarebbe stato un degno modo per utilizzare un prodotto tanto prezioso. Poi ho trovato anche una confezione di farro già aperta e allora ho unito il tutto, aggiungendo qualche oliva nera taggiasca e tanto basilico!

Ingredienti

160 gr di farro decorticato

150 gr di lenticchie secche (in realtà non le ho pesate, ma la confezione era già aperta e ben oltre la  metà)

1 carota

1 cipolla dorata

1 gambo di sedano

1 cucchiaio e 1/2 di olive nere denocciolate (meglio se taggiasche)

1 rametto bello folto di basilico

400 gr di passata di pomodoro

300- 350 gr di brodo vegetale

peperoncino, sale e pepe q.b.

1 cucchiaino di paprika piccante (facoltativo)

olio extra vergine d’oliva

Procedimento

Iniziamo lavando ed affettando la verdura; carota, cipolla e sedano e riduciamoli a a tocchetti, non state lì a rischiare le dita per affettarli sottili sottili, cuoceranno così a lungo che si disferanno comunque.

Sciacquate sotto acqua corrente le lenticchie per eliminare eventuali impurità. Denocciolate le olive nere e mettetele da parte.

In una pentola dai bordi alti (io ho utilizzato una pentola in terracotta, ritengo sia la più azzeccata per le preparazioni un po’ lunghe) versate due cucchiai di olio evo, fate scaldare e poi aggiungete il trito per il soffritto (carota, cipolla e sedano) e un po’ di peperoncino se piace. Fate ben imbiondire la cipolla ed appassire un po’ le altre verdure prima di aggiungere le lenticchie ben sciacquate.

Insaporite le lenticchie per 5 minuti, mescolando bene – se occorre aggiungere qualche cucchiaio di brodo vegetale. Ora aggiungete il brodo vegetale, portate a bollore, poi abbassate la fiamma, mettete il coperchio e lasciate cuocere per 20 minuti.

Trascorso questo tempo, aggiungete la passata di pomodoro, salate leggermente – ricordatevi che poi aggiungeremo le olive nere già molto sapide – e  sempre a fuoco basso e sempre con il coperchio proseguite la cottura per altri 30 minuti, rimestando di tanto in tanto.

Nel frattempo fate cuocere il farro in abbondante acqua bollente e salata per i tempi indicati in confezione, scolatelo un paio di minuti prima però, così resterà al dente e terminerà la cottura nel ragù.

Quando mancheranno 10 minuti al termine della cottura del ragù aggiungete le olive nere, una manciata di foglie di basilico (conservatene qualcuna per la decorazione) e la paprika piccante – se piace, a me l’ho portata in regalo la mia hermana direttamente dall’Ungheria e l’adoro!

Versate il farro scolato e al dente nella pentola del ragù, alzate la fiamma e fate amalgamare il tutto per un paio di minuti.

Tostate due fette a testa di pane casereccio integrale, versate in un ciotola e terminate con dell’altro basilico fresco.


2 risposte a “Farro al ragù di lenticchie e olive nere”

  1. Raffaella Scola

    Semplice da cucinare e sicuramente buonissimo!!! 🙂 😉

    Rispondi

Lascia un commento