La micoterapia di LongLife


La settimana scorsa ho partecipato alla presentazione della nuova linea di micoterapia dell’azienda italiana LongLife, specializzata nella produzione di integratori alimentari e fitoterapici da oltre 30 anni. Io, da brava vegana, utilizzo un solo integratore – casualmente proprio di LongLife – per assorbire  la vitamina B12, unica vitamina che, provenendo  in natura da sintesi  ad opera di microrganismi (ossia batteri), è scarsamente se non totalmente assente nel mondo vegetale (fatta eccezione per alcuni tipi di alghe, ma si stima che i livelli siano comunque bassi) e sinceramente preferisco continuare a lavare bene la mia frutta e verdura ( soprattutto se non biologica) e prendere una mezza compressa di B12 al giorno, piuttosto che rischiare di introdurre altri batteri nel mio corpo per ottenere la stessa vitamina in maniera più naturale!

Ad ogni modo ero curiosa di conoscere meglio le proprietà curative dei funghi, ma avevo un certo riserbo perché, da brava “allieva” del Prof. T. Colin Campbell,  guardo con sospetto al “favoloso” mondo degli integratori alimentari, preferendo sempre e comunque prendere i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno direttamente dalla fonte, ossia dal cibo. La micoterapia ha però un’origine ed una storia diversa; l’utilizzo di funghi ed erbe medicamentose è parte fondamentale nella Medicina Tradizionale Cinese ed il suo scopo è il riequilibrio del corpo, attraverso il bilanciamento dello Yin e dello Yang, gli opposti comparativi ( e non assoluti) che si contengono vicendevolmente e hanno origine l’uno nell’altro. La malattia (o la carenza) è dunque la manifestazione di una disarmonia e quale sarà la miglior prevenzione per non arrivare a ciò? Una corretta alimentazione prima di tutto; ecco perché, oltre ai farmaci ( di origine minerale, animale e vegetale), la medicina cinese prevede diverse tecniche terapeutiche, tra cui  dieta, massaggio, bagni, esercizi terapeutici (Qi Gong e Tai Chi Chuan), tecniche di rilassamento e meditazione, tutte  discipline che tendono alla conservazione di uno stato di buona salute.

LonmgLife products

E i funghi?

I funghi già per  loro natura sono quasi magici; non del tutto vegetali, ma nemmeno minerali, sono difficili da classificare scientificamente e solo recentemente gli studi di settore sono molto aumentati anche in Occidente. Quello che è certo è che i cosiddetti funghi medicinali sono accomunati dalla presenza di polisaccaridi, nello specifico di beta-glucani (la parete cellulare dei funghi è costituita al 60% di β-glucani) fondamentali per mantenere il sistema immunitario equilibrato, non solo in caso di infiammazione dovuta, ad esempio, a malattie infettive, ma anche quando è il nostro stesso sistema immunitario che ” si aggredisce” (ad esempio nelle patologie autoimmuni). Mi sembrano tutti buoni motivi per provare, no?

Ecco perché sono andata a questo delizioso pranzetto informale organizzato da LongLife  nella splendida cornice del ristorante Bioesserì a Milano (ma presente anche a Palermo), locale che propone cibi biologici e con molte opzioni vegan ( anche tra i dolci!) . Ho così conosciuto Roberta, che lavora nell’azienda sin dagli inizi nel 1985 – quando i farmacisti guardavano con sospetto  e scarso interesse i prodotti che gli proponevano- e Laura, entrata di recente a far parte del team e addetta alla Comunicazione. Un’azienda italiana con una presenza così longeva sul mercato  mi dava già una certa fiducia, se poi ci aggiungiamo che tutte le materie prime hanno la doppia certificazione biologica – americana, dove vengono coltivate solo per LongLife ed europea- la mia predisposizione a conoscere un mondo per me nuovo era decisamente alta. Ma quello che davvero per me ha fatto la differenza  stato l’approccio “olistico” nel senso etimologico di interezza che Roberta ha dimostrato, riassumibile nel concetto ” Non raggiungerai il benessere prendendo integratori, se poi non unirai a ciò uno stile di vita ed alimentare corretto”, ovvero non ci sono pilloline miracolose, lo possono diventare se ti prendi cura di te stesso a tutto tondo. Gli integratori non sostituiscono il cibo vero, ma ne rendono più facile l’assunzione nei quantitativi raccomandati e sono utili in casi di carenze accertate e di mantenimento nel lungo termine, fermo restando che l’assunzione attraverso cibo vero è da preferirsi per via delle diverse interazioni che che il corpo mette in atto per mantenere il proprio stato di salute ottimale. Non è un caso se, tra i 250 integratori prodotti  dall’azienda, il magnesio sia quello più venduto.

CollageLongLife Evento

Per i funghi il discorso è diverso; non sempre è possibile reperirli  freschi e certe varietà non sono proprio disponibili sul mercato perché di difficile coltivazione o trasporto, altre invece sono visivamente davvero poco invitanti – ad esempio il Cordyceps che sembra più un bruco che un fungo- quindi trovo maggiormente sensato consumarli attraverso un integratore a base di polveri degli stessi. Ecco gli 11 funghi disponibili ;

  • Agaricus, della stessa famiglia del più tradizionale dei funghi, lo Champignon, nonché il più ricco di beta-glucani e valido aiuto per ridurre i sintomi di allergie e per proteggere il fegato grazie alla sua azione di depurazione dalle sostanze tossiche
  • Auricularia che, come suggerisce il nome, sembra più un orecchio che un fungo, essendo anche privo di gambo. Consigliato per problemi di circolazione grazie ai suoi effetti anticoagulanti.
  • Coprinus, il fungo che nasce di notte e matura in poche ore, ottimo, grazie alla presenza di vanadio e ferro, per contenere i livelli di glicemia, ma anche per favorire la riduzione del grasso addominale
  • Cordyceps, il fungo-bruco impossibile da dimenticare, considerato un vero e proprio ricostituente nonché una sorta di afrodisiaco per uomini e donne, essendo capace di aumentare l’afflusso di sangue nel sistema genitale di entrambi, rendendoli più propensi alla “ginnastica da camera” 😉
  • Ganoderma, considerato in Cina come un vero e proprio talismano di lunga vita, ricco di germanio, un semimetallo capace di eliminare i metalli pesanti
  • Grifola, capace di raggiungere anche i 45 cm di larghezza in raggruppamento, contribuisce a ridurre l’accumulo di grassi, migliorando la termogenesi, il meccanismo attraverso il quale il corpo brucia le calorie.
  • Hericium, ideale  dopo terapie antibiotiche per la sua capacità di rinforzare le mucose, favorendo così il ripristino di una corretta flora batterica, ma perfetto per ogni disturbo collegato al tratto gastro-intestinale.
  • Lentinula, più noto come shiitake , nonché il secondo fungo commestibile più consumato al mondo, ottimo per il benessere del colon grazie alla presenza di trealosio ed efficace contro la proliferazione dei batteri della bocca
  • Pleurotus, ricco di fibre e di lovastatina, ottimo per combattere la formazione del cosiddetto ” colesterolo cattivo”  e mitigare gli stati dolorosi cronici.
  • Polyporus, ottimo per il benessere di reni e delle vie urinarie, aiuta a combattere la ritenzione idrica e depura dalle tossine senza però disperdere il potassio, utile e necessario per muscoli e nervi.
  • Poria, simile ad una noce di cocco nell’aspetto, ha proprietà diuretiche e depuranti, indicato quindi nel caso di ritenzione dei liquidi e, come il Polyporus, non disperde il potassio. Ha inoltre proprietà ansiolitiche e si rivela dunque efficace nel trattamento di disturbi di origine psicosomatica.

Se non sapete bene quale possa fare al caso vostro, nessuna paura, un bravo e preparato farmacista conosce tutte le proprietà di questi nuovi prodotti micoterapici e saprà indirizzarvi al meglio. La cosa bella è che gli effetti positivi si avvertono nel giro di pochi giorni – tranne per il Polyporus che ha bisogno di 30 gg per completare il ciclo di detossinazione. Io – che per potere scrivere di un prodotto devo prima provarlo- sto prendendo l’Agaricus perché sto entrando nel mio periodo di allergia stagionale, al momento – complice anche la pioggia, ma soprattutto la mia alimentazione 100% vegetale che ha già minimizzato un’allergia che mi portavo dietro dall’infanzia- non ho alcun sintomo. Prendo anche il Polyporus, ma devo completare il ciclo, al momento mi sento solo particolarmente attiva, decisamente meno stanca ecco. Per il Cordyceps attendo settimana prossima quando vedrò  Blondie 😉

Oltre che in farmacia, i prodotti LongLife si possono acquistare anche nel nuovissimo e-shop direttamente sul sito ufficiale, non tutti prodotti sono vegan (qui l’elenco di quelli vegan), la linea di micoterapia e’ totalmente gluten free e certificata biologica.


Lascia un commento