Pesto di cavolo riccio (crudo)


Il cavolo riccio (detto anche cavolo nero di Toscana) è considerato da sempre un superfood per via dell’alta concentrazione di vitamina K e C e di sostanze antiossidanti , le quali spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi  e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.Caratterizzato da foglie bitorzolute color verde scuro, il cavolo nero è una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto durante l’inverno. E’ alla base di molte ricette della cucina toscana, su tutte basta ricordare la Ribollita, una delle zuppe più buone del mondo secondo me! Molto importante, come per tutte le verdure e gli ortaggi a foglia verde soprattutto, è non prolungare la cottura oltre i venti minuti per non perdere la maggior parte delle proprietà, utilizzare poca acqua per lessarli ( se possibile preferire la cottura al vapore)  e consumarli dopo pochi giorni dall’acquisto, quando le foglie sono belle verdi ed arricciate. la ricetta che propongo è, come sempre, veloce, pratica e deliziosamente sana 😉 e per di più è anche raw, ossia crudista.

10945541_1538029173149021_7661184042554468454_n

Ingredienti;

Un mazzo abbastanza grande di cavolo riccio

Uno spicchio d’aglio

Mezza tazza di noci ( io ho utilizzato un mix di pistacchi e noci,ma vanno benissimo anche mandorle o anacardi)

Due cucchiai di lievito alimentare

Olio evo

Sale& pepe ( se proprio volete perché il cavolo riccio ha un gusto già molto deciso e a mio avviso non necessita ulteriori spezie)

Procedimento;

Lavate e pulite bene le foglie del cavolo nero, tagliate la metà superiore, dove la costa è sottil, e in piccoli pezzi, e rimuovete la costa centrale grossa della parte inferiore della foglia e riducete in pezzi di uguale misura  Asciugate bene e mettete nel boccale del vostro robot da cucina insieme alle noci scelte, allo spicchio di aglio  e al lievito alimentare, frullate ad alta velocità per meno di un minuto ; è molto importante non far scaldare il cavolo, quindi è consigliabile procedere per tempi brevi (sotto il minuto per arrivare al minuto e mezzo mano a mano che si aggiunge l’olio) , quindi, azionate il robot, fermatevi, aprite e con l’aiuto di una spatola, rimettete il composto schizzato sulle pareti  sul fondo del boccale. A questo punto, iniziate a versare l’olio a filo (sarebbe meglio,ma va bene anche in piccole porzioni in due/tre passaggi)  e continuate a frullate alternando stop&go  fino a che il composto non sarà omogeneo e piuttosto cremoso – a seconda del vostro robot da cucina ci vorranno dai 3 ai 5 minuti.

Trasferite il vostro pesto in un contenitore di vetro, coprire con altro olio e conservare in frigorifero. E’ ottimo come condimento per pasta corta o lunga ( leggermente allungato con un cucchiaino di acqua di cottura della pasta) ,ma anche per insalate o bruschette.

 kale-benefits

Il cavolo riccio (detto anche cavolo nero di Toscana) è considerato da sempre un superfood per via dell’alta concentrazione di vitamina K e C e di sostanze antiossidanti , le quali spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi  e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.Caratterizzato da foglie bitorzolute color verde scuro, il cavolo nero è una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto durante l’inverno. E’ alla base di molte ricette della cucina toscana, su tutte basta ricordare la Ribollita, una delle zuppe più buone del mondo secondo me! Molto importante, come per tutte le verdure e gli ortaggi a foglia verde soprattutto, è non prolungare la cottura oltre i venti minuti per non perdere la maggior parte delle proprietà, utilizzare poca acqua per lessarli ( se possibile preferire la cottura al vapore)  e consumarli dopo pochi giorni dall’acquisto, quando le foglie sono belle verdi ed arricciate. la ricetta che propongo è, come sempre, veloce, pratica e deliziosamente sana 😉 e per di più è anche raw, ossia crudista.

10945541_1538029173149021_7661184042554468454_n

Ingredienti;

Un mazzo abbastanza grande di cavolo riccio

Uno spicchio d’aglio

Mezza tazza di noci ( io ho utilizzato un mix di pistacchi e noci,ma vanno benissimo anche mandorle o anacardi)

Due cucchiai di lievito alimentare

Olio evo

Sale& pepe ( se proprio volete perché il cavolo riccio ha un gusto già molto deciso e a mio avviso non necessita ulteriori spezie)

Procedimento;

Lavate e pulite bene le foglie del cavolo nero, tagliate la metà superiore, dove la costa è sottil, e in piccoli pezzi, e rimuovete la costa centrale grossa della parte inferiore della foglia e riducete in pezzi di uguale misura  Asciugate bene e mettete nel boccale del vostro robot da cucina insieme alle noci scelte, allo spicchio di aglio  e al lievito alimentare, frullate ad alta velocità per meno di un minuto ; è molto importante non far scaldare il cavolo, quindi è consigliabile procedere per tempi brevi (sotto il minuto per arrivare al minuto e mezzo mano a mano che si aggiunge l’olio) , quindi, azionate il robot, fermatevi, aprite e con l’aiuto di una spatola, rimettete il composto schizzato sulle pareti  sul fondo del boccale. A questo punto, iniziate a versare l’olio a filo (sarebbe meglio,ma va bene anche in piccole porzioni in due/tre passaggi)  e continuate a frullate alternando stop&go  fino a che il composto non sarà omogeneo e piuttosto cremoso – a seconda del vostro robot da cucina ci vorranno dai 3 ai 5 minuti.

Trasferite il vostro pesto in un contenitore di vetro, coprire con altro olio e conservare in frigorifero. E’ ottimo come condimento per pasta corta o lunga ( leggermente allungato con un cucchiaino di acqua di cottura della pasta) ,ma anche per insalate o bruschette.

 kale-benefits

Il cavolo riccio (detto anche cavolo nero di Toscana) è considerato da sempre un superfood per via dell’alta concentrazione di vitamina K e C e di sostanze antiossidanti , le quali spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi  e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.Caratterizzato da foglie bitorzolute color verde scuro, il cavolo nero è una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto durante l’inverno. E’ alla base di molte ricette della cucina toscana, su tutte basta ricordare la Ribollita, una delle zuppe più buone del mondo secondo me! Molto importante, come per tutte le verdure e gli ortaggi a foglia verde soprattutto, è non prolungare la cottura oltre i venti minuti per non perdere la maggior parte delle proprietà, utilizzare poca acqua per lessarli ( se possibile preferire la cottura al vapore)  e consumarli dopo pochi giorni dall’acquisto, quando le foglie sono belle verdi ed arricciate. la ricetta che propongo è, come sempre, veloce, pratica e deliziosamente sana 😉 e per di più è anche raw, ossia crudista.

10945541_1538029173149021_7661184042554468454_n

Ingredienti;

Un mazzo abbastanza grande di cavolo riccio

Uno spicchio d’aglio

Mezza tazza di noci ( io ho utilizzato un mix di pistacchi e noci,ma vanno benissimo anche mandorle o anacardi)

Due cucchiai di lievito alimentare

Olio evo

Sale& pepe ( se proprio volete perché il cavolo riccio ha un gusto già molto deciso e a mio avviso non necessita ulteriori spezie)

Procedimento;

Lavate e pulite bene le foglie del cavolo nero, tagliate la metà superiore, dove la costa è sottil, e in piccoli pezzi, e rimuovete la costa centrale grossa della parte inferiore della foglia e riducete in pezzi di uguale misura  Asciugate bene e mettete nel boccale del vostro robot da cucina insieme alle noci scelte, allo spicchio di aglio  e al lievito alimentare, frullate ad alta velocità per meno di un minuto ; è molto importante non far scaldare il cavolo, quindi è consigliabile procedere per tempi brevi (sotto il minuto per arrivare al minuto e mezzo mano a mano che si aggiunge l’olio) , quindi, azionate il robot, fermatevi, aprite e con l’aiuto di una spatola, rimettete il composto schizzato sulle pareti  sul fondo del boccale. A questo punto, iniziate a versare l’olio a filo (sarebbe meglio,ma va bene anche in piccole porzioni in due/tre passaggi)  e continuate a frullate alternando stop&go  fino a che il composto non sarà omogeneo e piuttosto cremoso – a seconda del vostro robot da cucina ci vorranno dai 3 ai 5 minuti.

Trasferite il vostro pesto in un contenitore di vetro, coprire con altro olio e conservare in frigorifero. E’ ottimo come condimento per pasta corta o lunga ( leggermente allungato con un cucchiaino di acqua di cottura della pasta) ,ma anche per insalate o bruschette.

 kale-benefits

Il cavolo riccio (detto anche cavolo nero di Toscana) è considerato da sempre un superfood per via dell’alta concentrazione di vitamina K e C e di sostanze antiossidanti , le quali spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi  e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.Caratterizzato da foglie bitorzolute color verde scuro, il cavolo nero è una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto durante l’inverno. E’ alla base di molte ricette della cucina toscana, su tutte basta ricordare la Ribollita, una delle zuppe più buone del mondo secondo me! Molto importante, come per tutte le verdure e gli ortaggi a foglia verde soprattutto, è non prolungare la cottura oltre i venti minuti per non perdere la maggior parte delle proprietà, utilizzare poca acqua per lessarli ( se possibile preferire la cottura al vapore)  e consumarli dopo pochi giorni dall’acquisto, quando le foglie sono belle verdi ed arricciate. la ricetta che propongo è, come sempre, veloce, pratica e deliziosamente sana 😉 e per di più è anche raw, ossia crudista.

10945541_1538029173149021_7661184042554468454_n

Ingredienti;

Un mazzo abbastanza grande di cavolo riccio

Uno spicchio d’aglio

Mezza tazza di noci ( io ho utilizzato un mix di pistacchi e noci,ma vanno benissimo anche mandorle o anacardi)

Due cucchiai di lievito alimentare

Olio evo

Sale& pepe ( se proprio volete perché il cavolo riccio ha un gusto già molto deciso e a mio avviso non necessita ulteriori spezie)

Procedimento;

Lavate e pulite bene le foglie del cavolo nero, tagliate la metà superiore, dove la costa è sottil, e in piccoli pezzi, e rimuovete la costa centrale grossa della parte inferiore della foglia e riducete in pezzi di uguale misura  Asciugate bene e mettete nel boccale del vostro robot da cucina insieme alle noci scelte, allo spicchio di aglio  e al lievito alimentare, frullate ad alta velocità per meno di un minuto ; è molto importante non far scaldare il cavolo, quindi è consigliabile procedere per tempi brevi (sotto il minuto per arrivare al minuto e mezzo mano a mano che si aggiunge l’olio) , quindi, azionate il robot, fermatevi, aprite e con l’aiuto di una spatola, rimettete il composto schizzato sulle pareti  sul fondo del boccale. A questo punto, iniziate a versare l’olio a filo (sarebbe meglio,ma va bene anche in piccole porzioni in due/tre passaggi)  e continuate a frullate alternando stop&go  fino a che il composto non sarà omogeneo e piuttosto cremoso – a seconda del vostro robot da cucina ci vorranno dai 3 ai 5 minuti.

Trasferite il vostro pesto in un contenitore di vetro, coprire con altro olio e conservare in frigorifero. E’ ottimo come condimento per pasta corta o lunga ( leggermente allungato con un cucchiaino di acqua di cottura della pasta) ,ma anche per insalate o bruschette.

 kale-benefits

Il cavolo riccio (detto anche cavolo nero di Toscana) è considerato da sempre un superfood per via dell’alta concentrazione di vitamina K e C e di sostanze antiossidanti , le quali spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi  e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.Caratterizzato da foglie bitorzolute color verde scuro, il cavolo nero è una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto durante l’inverno. E’ alla base di molte ricette della cucina toscana, su tutte basta ricordare la Ribollita, una delle zuppe più buone del mondo secondo me! Molto importante, come per tutte le verdure e gli ortaggi a foglia verde soprattutto, è non prolungare la cottura oltre i venti minuti per non perdere la maggior parte delle proprietà, utilizzare poca acqua per lessarli ( se possibile preferire la cottura al vapore)  e consumarli dopo pochi giorni dall’acquisto, quando le foglie sono belle verdi ed arricciate. la ricetta che propongo è, come sempre, veloce, pratica e deliziosamente sana 😉 e per di più è anche raw, ossia crudista.

10945541_1538029173149021_7661184042554468454_n

Ingredienti;

Un mazzo abbastanza grande di cavolo riccio

Uno spicchio d’aglio

Mezza tazza di noci ( io ho utilizzato un mix di pistacchi e noci,ma vanno benissimo anche mandorle o anacardi)

Due cucchiai di lievito alimentare

Olio evo

Sale& pepe ( se proprio volete perché il cavolo riccio ha un gusto già molto deciso e a mio avviso non necessita ulteriori spezie)

Procedimento;

Lavate e pulite bene le foglie del cavolo nero, tagliate la metà superiore, dove la costa è sottil, e in piccoli pezzi, e rimuovete la costa centrale grossa della parte inferiore della foglia e riducete in pezzi di uguale misura  Asciugate bene e mettete nel boccale del vostro robot da cucina insieme alle noci scelte, allo spicchio di aglio  e al lievito alimentare, frullate ad alta velocità per meno di un minuto ; è molto importante non far scaldare il cavolo, quindi è consigliabile procedere per tempi brevi (sotto il minuto per arrivare al minuto e mezzo mano a mano che si aggiunge l’olio) , quindi, azionate il robot, fermatevi, aprite e con l’aiuto di una spatola, rimettete il composto schizzato sulle pareti  sul fondo del boccale. A questo punto, iniziate a versare l’olio a filo (sarebbe meglio,ma va bene anche in piccole porzioni in due/tre passaggi)  e continuate a frullate alternando stop&go  fino a che il composto non sarà omogeneo e piuttosto cremoso – a seconda del vostro robot da cucina ci vorranno dai 3 ai 5 minuti.

Trasferite il vostro pesto in un contenitore di vetro, coprire con altro olio e conservare in frigorifero. E’ ottimo come condimento per pasta corta o lunga ( leggermente allungato con un cucchiaino di acqua di cottura della pasta) ,ma anche per insalate o bruschette.

 kale-benefits

Il cavolo riccio (detto anche cavolo nero di Toscana) è considerato da sempre un superfood per via dell’alta concentrazione di vitamina K e C e di sostanze antiossidanti , le quali spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi  e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.Caratterizzato da foglie bitorzolute color verde scuro, il cavolo nero è una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto durante l’inverno. E’ alla base di molte ricette della cucina toscana, su tutte basta ricordare la Ribollita, una delle zuppe più buone del mondo secondo me! Molto importante, come per tutte le verdure e gli ortaggi a foglia verde soprattutto, è non prolungare la cottura oltre i venti minuti per non perdere la maggior parte delle proprietà, utilizzare poca acqua per lessarli ( se possibile preferire la cottura al vapore)  e consumarli dopo pochi giorni dall’acquisto, quando le foglie sono belle verdi ed arricciate. la ricetta che propongo è, come sempre, veloce, pratica e deliziosamente sana 😉 e per di più è anche raw, ossia crudista.

10945541_1538029173149021_7661184042554468454_n

Ingredienti;

Un mazzo abbastanza grande di cavolo riccio

Uno spicchio d’aglio

Mezza tazza di noci ( io ho utilizzato un mix di pistacchi e noci,ma vanno benissimo anche mandorle o anacardi)

Due cucchiai di lievito alimentare

Olio evo

Sale& pepe ( se proprio volete perché il cavolo riccio ha un gusto già molto deciso e a mio avviso non necessita ulteriori spezie)

Procedimento;

Lavate e pulite bene le foglie del cavolo nero, tagliate la metà superiore, dove la costa è sottil, e in piccoli pezzi, e rimuovete la costa centrale grossa della parte inferiore della foglia e riducete in pezzi di uguale misura  Asciugate bene e mettete nel boccale del vostro robot da cucina insieme alle noci scelte, allo spicchio di aglio  e al lievito alimentare, frullate ad alta velocità per meno di un minuto ; è molto importante non far scaldare il cavolo, quindi è consigliabile procedere per tempi brevi (sotto il minuto per arrivare al minuto e mezzo mano a mano che si aggiunge l’olio) , quindi, azionate il robot, fermatevi, aprite e con l’aiuto di una spatola, rimettete il composto schizzato sulle pareti  sul fondo del boccale. A questo punto, iniziate a versare l’olio a filo (sarebbe meglio,ma va bene anche in piccole porzioni in due/tre passaggi)  e continuate a frullate alternando stop&go  fino a che il composto non sarà omogeneo e piuttosto cremoso – a seconda del vostro robot da cucina ci vorranno dai 3 ai 5 minuti.

Trasferite il vostro pesto in un contenitore di vetro, coprire con altro olio e conservare in frigorifero. E’ ottimo come condimento per pasta corta o lunga ( leggermente allungato con un cucchiaino di acqua di cottura della pasta) ,ma anche per insalate o bruschette.

 kale-benefits

Il cavolo riccio (detto anche cavolo nero di Toscana) è considerato da sempre un superfood per via dell’alta concentrazione di vitamina K e C e di sostanze antiossidanti , le quali spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi  e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.Caratterizzato da foglie bitorzolute color verde scuro, il cavolo nero è una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto durante l’inverno. E’ alla base di molte ricette della cucina toscana, su tutte basta ricordare la Ribollita, una delle zuppe più buone del mondo secondo me! Molto importante, come per tutte le verdure e gli ortaggi a foglia verde soprattutto, è non prolungare la cottura oltre i venti minuti per non perdere la maggior parte delle proprietà, utilizzare poca acqua per lessarli ( se possibile preferire la cottura al vapore)  e consumarli dopo pochi giorni dall’acquisto, quando le foglie sono belle verdi ed arricciate. la ricetta che propongo è, come sempre, veloce, pratica e deliziosamente sana 😉 e per di più è anche raw, ossia crudista.

10945541_1538029173149021_7661184042554468454_n

Ingredienti;

Un mazzo abbastanza grande di cavolo riccio

Uno spicchio d’aglio

Mezza tazza di noci ( io ho utilizzato un mix di pistacchi e noci,ma vanno benissimo anche mandorle o anacardi)

Due cucchiai di lievito alimentare

Olio evo

Sale& pepe ( se proprio volete perché il cavolo riccio ha un gusto già molto deciso e a mio avviso non necessita ulteriori spezie)

Procedimento;

Lavate e pulite bene le foglie del cavolo nero, tagliate la metà superiore, dove la costa è sottil, e in piccoli pezzi, e rimuovete la costa centrale grossa della parte inferiore della foglia e riducete in pezzi di uguale misura  Asciugate bene e mettete nel boccale del vostro robot da cucina insieme alle noci scelte, allo spicchio di aglio  e al lievito alimentare, frullate ad alta velocità per meno di un minuto ; è molto importante non far scaldare il cavolo, quindi è consigliabile procedere per tempi brevi (sotto il minuto per arrivare al minuto e mezzo mano a mano che si aggiunge l’olio) , quindi, azionate il robot, fermatevi, aprite e con l’aiuto di una spatola, rimettete il composto schizzato sulle pareti  sul fondo del boccale. A questo punto, iniziate a versare l’olio a filo (sarebbe meglio,ma va bene anche in piccole porzioni in due/tre passaggi)  e continuate a frullate alternando stop&go  fino a che il composto non sarà omogeneo e piuttosto cremoso – a seconda del vostro robot da cucina ci vorranno dai 3 ai 5 minuti.

Trasferite il vostro pesto in un contenitore di vetro, coprire con altro olio e conservare in frigorifero. E’ ottimo come condimento per pasta corta o lunga ( leggermente allungato con un cucchiaino di acqua di cottura della pasta) ,ma anche per insalate o bruschette.

 kale-benefits

Il cavolo riccio (detto anche cavolo nero di Toscana) è considerato da sempre un superfood per via dell’alta concentrazione di vitamina K e C e di sostanze antiossidanti , le quali spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi  e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.Caratterizzato da foglie bitorzolute color verde scuro, il cavolo nero è una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto durante l’inverno. E’ alla base di molte ricette della cucina toscana, su tutte basta ricordare la Ribollita, una delle zuppe più buone del mondo secondo me! Molto importante, come per tutte le verdure e gli ortaggi a foglia verde soprattutto, è non prolungare la cottura oltre i venti minuti per non perdere la maggior parte delle proprietà, utilizzare poca acqua per lessarli ( se possibile preferire la cottura al vapore)  e consumarli dopo pochi giorni dall’acquisto, quando le foglie sono belle verdi ed arricciate. la ricetta che propongo è, come sempre, veloce, pratica e deliziosamente sana 😉 e per di più è anche raw, ossia crudista.

10945541_1538029173149021_7661184042554468454_n

Ingredienti;

Un mazzo abbastanza grande di cavolo riccio

Uno spicchio d’aglio

Mezza tazza di noci ( io ho utilizzato un mix di pistacchi e noci,ma vanno benissimo anche mandorle o anacardi)

Due cucchiai di lievito alimentare

Olio evo

Sale& pepe ( se proprio volete perché il cavolo riccio ha un gusto già molto deciso e a mio avviso non necessita ulteriori spezie)

Procedimento;

Lavate e pulite bene le foglie del cavolo nero, tagliate la metà superiore, dove la costa è sottil, e in piccoli pezzi, e rimuovete la costa centrale grossa della parte inferiore della foglia e riducete in pezzi di uguale misura  Asciugate bene e mettete nel boccale del vostro robot da cucina insieme alle noci scelte, allo spicchio di aglio  e al lievito alimentare, frullate ad alta velocità per meno di un minuto ; è molto importante non far scaldare il cavolo, quindi è consigliabile procedere per tempi brevi (sotto il minuto per arrivare al minuto e mezzo mano a mano che si aggiunge l’olio) , quindi, azionate il robot, fermatevi, aprite e con l’aiuto di una spatola, rimettete il composto schizzato sulle pareti  sul fondo del boccale. A questo punto, iniziate a versare l’olio a filo (sarebbe meglio,ma va bene anche in piccole porzioni in due/tre passaggi)  e continuate a frullate alternando stop&go  fino a che il composto non sarà omogeneo e piuttosto cremoso – a seconda del vostro robot da cucina ci vorranno dai 3 ai 5 minuti.

Trasferite il vostro pesto in un contenitore di vetro, coprire con altro olio e conservare in frigorifero. E’ ottimo come condimento per pasta corta o lunga ( leggermente allungato con un cucchiaino di acqua di cottura della pasta) ,ma anche per insalate o bruschette.

 kale-benefits


Lascia un commento