SourcedBox, marzo 16


Il mese scorso ho provato per la prima volta il servizio di SourcedBox ; la formula è simile a quella degli altri abbonamenti vegani, ossia si sottoscrive un abbonamento – trimestrale, annuale o anche solo per una singola volta- ed ogni mese si riceve comodamente a casa una vegan mistery box contenente snack e prodotti vegani. In cosa differisce SourcedBox dalle altre box? Innanzi tutto i prodotti non sono garantiti 100% vegan, bensì healthy (quindi sarebbe più opportuno parlare di healthy mistery box), rivolgendosi dunque ad un pubblico più ampio, attento alla salute, ma non necessariamente vegan (ad ogni modo tutti i prodotti della SourcedBox di marzo erano vegani, quindi ho potuto testarli tutti 😉 ), inoltre ogni box contiene almeno 10 prodotti e questo la rende  più cara delle altre – £ 18,95 + £ 4,50 di spedizione (la spedizione in U.K. è compresa nel prezzo) per ogni box qualora si scelga l’abbonamento mensile (qui trovate tutti i prezzi), ma sicuramente più divertente da scoprire. Infine, la box è stata creata da Marcus Butler e Niomi Smart, due vloggers molti noti nel Regno Unito con oltre 3 milioni di followers sui loro canali  Youtube, proprio poco prima che i due si lasciassero dopo 6 anni insieme.

Sourced box cover

Lasciamo il gossip al Daily Mail e passiamo ai fatti; ecco qui la mia prima SourcedBox dello scorso mese di marzo. Ben 11 i prodotti contenuti, tutti vegan- ma meglio controllare sempre gli ingredienti, non è escluso infatti che alcuni possano contenere miele o latte – e tutti food, vediamoli nel dettaglio;

CollageSourced box products 3

Confezione di mela e fichi liofilizzati di Nothing But; come sappiamo, il metodo freeze-drying consente alla frutta di non perdere i suoi nutrienti, nonché il suo bel colore acceso, mentre l’essiccazione, rimuovendo l’acqua contenuta, la rimpicciolisce, rendendola più fruibile e a lunga conservazione. Si può sgranocchiare da sola  o aggiungere a porridge e cereali o yogurt vegetale  del mattino per un gradevolissimo effetto croccante, il sapore della frutta è intenso e non vi sono zuccheri aggiunti.

CollageSourced box food 2

Confezione di semi al gusto Tamari di Punch Foods; la salsa tamari aggiunge un tocco salato ai semi di girasole e zucca utilizzati rendendoli davvero speciali! Non avevo grandi aspettative su questo prodotto e invece mi sono dovuta ricredere, questi superseeds sono stati l’ingrediente “segreto” dei miei piatti orientali e delle mie insalate, permettendomi di non utilizzare altro sale e regalando corposità alle mie ricette. Ottimi anche da soli per un aperitivo.

Confezione di acqua di cocco e frutti tropicali di Chi ; l’acqua di cocco, ricca di sali minerali, è l’ingrediente indispensabile per ottenere smoothie perfetti secondo me. Di solito preferisco la versione “originale” senza alcuna aggiunta, ma questa con mango, arancia e ananas (da succhi veri e non concentrati!) è davvero profumata e si sposa perfettamente con ogni ingrediente. Come sempre, nessuno zucchero aggiunto. Decisamente da Mai Più Senza!

Confezione di chips di cocco salate di Ape ; ecco un prodotto quantomeno insolito per i nostri gusti mediterranei …perché mettere del sale sul cocco, naturalmente dolce? Beh, perché è davvero buono e non me lo sarei proprio aspettata! Ma a ben pensarci anche il cioccolato con un pizzico di sale diventa ancora più speciale, no? Ad ogni modo, per quanto sia contenta di aver avuto un piacevole diversivo rispetto alle solite patatine, continuo a preferire il cocco senza nient’altro, più versatile a mio avviso.

Confezione di olive verdi con peperoncino e origano di Oloves; ora, le olive potranno apparire come un cibo esotico agli Inglesi, ma per noi certo no e ne abbiamo un’infinità varietà ed altrettanti modi di gustarle. Queste non erano male, ma differivano poco da quella che trovo in qualunque bar sotto casa all’ora dell’aperitivo  😉

CollageSourced Box food 1

Ma passiamo ai dolci, la mia passione!

Tavoletta di cioccolato crudo con sale rosa dell’Himalaya di Raw Halo; ora sì che iniziamo a ragionare! Già conoscevo il prodotto e, per quanto abbia provato cioccolati crudi più cremosi, questo con un pizzico di vaniglia e di lucuma ed infine sale rosa non mi ha affatto delusa. La presenza della lucuma, ricca di ferro, betacarotene e niacina ( la cosiddetta vitamina PP) mi ha fatto sorvolare la cremosità un po’ carente, il gusto poi è davvero ottimo, assolutamente da provare!

Due energy balls  crude di Healthbox Kitchen a base di noci e nocciole, datteri, proteina del riso e cacao; perfette per una colazione veloce – abbinate ad uno smoothie– o come snack fuori casa. Gusto intenso, il cacao crudo predomina piacevolmente, forse leggermente secche per i miei gusti, immagino che il confezionamento abbia ridotto la cremosità del dattero, partcolare trascurabile se non siete abituate a prepararvele da voi. Il fatto che tutti gli ingredienti siano crudi le rende più nutrienti e sane ovviamente.

Brownie crudo con cacao, bacche di Goji e açai di 100% Natural ; davvero buono e morbidissimo, proprio come ci si aspetta da un brownie! Poco umido al centro però e persino un po’ troppo dolce- le bacche di Goji tendono a predominare con il loro gusto dolciastro senza bilanciarsi perfettamente con l’amaro del cacao crudo. Ad ogni modo sono pronta a dargli una seconda opportunità, a volte un primo assaggio non basta!

Barretta di noci brasilaine e ciliegie di The Primal Pantry , di nuovo un brand prettamente paleo ed “accidentalmente” vegan. Premesso che personalmente ritengo l’alimentazione paleo persino pericolosa – soprattutto per i danni a lungo termine che può infliggere ai reni (e non solo) a causa delle quantità di proteine previste – questa barretta a base di noci brasiliane, ciliegie, gli immancabili datteri e olio di mandorle- tutti spremuti a freddo-  è davvero buona e persino cremosa grazie alle ciliegie che avvolgono perfettamente le croccanti noci.

Confezione di pepite a base di frutta e semi  attivati con cannella e maca di Raw Gorilla; i germogli di semi  di grano saraceno e girasole combinati con datteri, uvetta e fichi essiccati  e le mandorle attivate insaporiti con un pizzico di cannella e maca si trasformano in una vera delizia!Le pepite sono dolci e croccanti, pur mantenendo un cuore morbidissimo e goloso. Un altro prodotto paleo che mi piace, accidenti!

Barretta di mandorle e ananas con baobab di Aduna; avevo già avuto occasione di provare questo snack e non ne ero rimasta particolarmente colpita, la dolcezza dell’ananas compre tutti gli altri sapori ed inoltre tende anche ad attaccarsi al palato, con conseguente “ruminìo” davvero poco elegante in luoghi pubblici! Unica nota a favore è la presenza del superfruit, il baobab, ricco di vitamina C, antiossidanti e fibre.  Accanto vedete una miscela della stessa barretta da aggiungere a smoothie…mi dispiace, ma ancora non me la sono sentita di provarla, resto pur sempre una “purista” 😉

Che dire di questa prima box di SourcedBox? Molti i prodotti inclusi, tutti però dello stesso genere o quasi – innumerevoli le barrette! – e tutti più che healthy  direi paleo (ma per fortuna tutti vegan), ritengo sarebbe stato più corretto dichiararlo fin dal principio, forse il fatto che Marcus sia paleo e Niomi vegan ha generato un po’ di confusione non solo nella loro relazione!

Voto ;  🙂 🙂 🙂 – incrocio le dita per la prossima box!


Lascia un commento