Spaghetti & fave


Non pensavo di pubblicare questa ricetta, non perché non fosse buona di per sé, ma perché, avendola preparata per un improvvisatissimo pranzetto di Pasquetta con amici, non avevo avuto il tempo necessario per fotografare il piatto “al suo meglio”, ossia ben illuminato e ben presentato, ma sul mio Instagram ha riscosso comunque un discreto successo ( 70 like non saranno molti per altre blogger più conosciute, ma per me sì!)  e quindi mi sono decisa a mettere la ricetta nero su bianco 😉  

Cortilia mi aveva fatto trovare nella mia cassetta di frutta e verdura delle fantastiche fave, al mercato avevo trovato i piselli freschi- disponibili solo per poche settimane- ed il mio custode, il mitico signor Pippo, mi aveva regalato dei profumatissimi limoni biologici della sua Sicilia…ecco come è nata questa semplice ricetta!

Ingredienti

Spaghetti integrali ( 70-80 gr a testa)

2 tazze di fave sgranate

1 tazza di piselli sgranati

1 tazzina di pistacchi sgusciati e non salati ( questa volta possiamo evitare di bollirli per pochi istanti, ma cercate di rimuovere più pellicina possibile comunque)

2 cucchiai di lievito alimentare ( facoltativo)

1/2 limone biologico ( useremo solo la buccia quindi deve proprio essere biologico)

peperoncino (fresco o essiccato)

1 cipollotto piccolo

Olio evo

Procedimento

Portare a bollore in un pentolino dell’acqua, tuffarci poi per 5 minuti 1 tazza di fave già pulite. Scolare e far raffreddare un po’.

Nel frattempo mettere su l’acqua per la pasta.

In una padella far soffriggere in poco olio il cipollotto tagliato a rondelle, le rimanenti fave e i piselli, se occorre aggiungere mezza tazzina da caffè di acqua calda. Spegnere la fiamma non appena le fave inizieranno a diventare “rugose”.

Versare nel boccale del robot da cucina (o nel bicchiere del frullatore ad immersione) le fave sbollentate, i pistacchi, un pizzico di peperoncino e di sale ed il lievito alimentare, frullare per un paio di minuti e poi aggiungere un cucchiaio di olio evo. La consistenza finale non deve essere troppo cremosa, ma piuttosto “ruvida”.

Cuocere gli spaghetti per il tempo indicato in confezione, al momento di scolarli, tenere da parte una tazzina di acqua di cottura.

Riaccendere la fiamma della padella con cipollotto, fave e piselli, versarci gli spaghetti  ed aggiungere il “pesto” di fave, la tazzina d’acqua tenuta da parte e la buccia del limone non trattato tagliata à la julienne. Far insaporire per un paio di minuti, senza far scuocere la pasta mi raccomando!

Impiattare e guarnire con altro peperoncino e zest di limone.

P.S. Vi siete ritrovate – come me- con un milione di bucce di fave e piselli? Non buttatele, saranno perfette per una zuppa cremosissima 😉


Lascia un commento