Recensione di The Goodness Project box di luglio 16


Il lato positivo della Brexit? Gli abbonamenti alle varie vegan box inglesi costano meno finalmente! O meglio, il cambio con l’euro ci è più favorevole e quindi possiamo provare tanti prodotti e snack vegani che magari qui da noi non si trovano o, quando si trovano, costano di più. Questo è proprio il momento giusto per concedervi questo piccolo “vizio”! Vediamo un po’ cosa conteneva la mini vegan box di The Goodness Project del mese di luglio;

Leggi…


Cornucopia, Dublin


Uno dei miei posti preferiti  a Dublino  è decisamente Cornucopia; aperto dal 1986 nella centralissima Wicklow Street, questo locale su due piani in una deliziosa palazzina giorgiana è ormai un’istituzione ed una tappa obbligata per vegetariani, vegani ed onnivori attenti alla salute ed al gusto. Il ristorante nasce come vegetariano, ma sono innumerevoli le opzioni vegan, anzi, direi che ormai hanno preso il sopravvento. Frutta e verdura sono coltivate localmente in maniera biologica – ça va sans dire –  il menù è stagionale e comprende opzioni per celiaci, vegetariani, vegani e persino crudisti. Ce n’è per tutti, impossibile non innamorarsi di questo posto quindi!

Leggi…


Dove fate la spesa?


Premetto immediatamente che io faccio la spesa principalmente all’Esselunga ( catena di supermercati presenti nel Nord Italia ) , dove trovo frutta e verdura biologica, cereali, pasta e farine integrali, latte vegetale e persino molti alimenti strettamente vegan come tofu o seitan, ormai piuttosto diffusi in ogni catena di supermercati -il bello di trasformarsi da nicchia a piccola minoranza riconosciuta! Quando però sono alla ricerca di prodotti più particolari o comunque di brand non così ampiamente distribuiti, vado al SuperPolohttp://www.superpolo.it/superpolo/), negozio che ha tre sedi in Milano e credo esista dagli anni 80, perché me lo ricordo perfettamente da quando sono bambina, anche se – come si può intuire dal nome- all’epoca era specializzato in prodotti surgelati! Leggi…