Vellutata di piselli


Dopo le tante ricette veganizzate in occasione delle festività durante le quali ci siamo messi a tavola con tanti onnivori e abbiamo quindi voluto dimostrargli che cucina vegana non è sinonimo di insalatina scondita,  ora finalmente possiamo accantonare ragù vegetali ed affettati di mopur e dedicarci a ricette nate già vegan  ed adatte a purificare corpo e spirito dopo gli ultimi eccessi. Ecco dunque una semplicissima vellutata di piselli guarnita con semi di papavero, mandorle tostate e bacche di Goji.

La ricchezza di questi piccoli legumi sta nella quantità di acido folico che contengono, insieme ad altre vitamine, tra cui spicca la C, e ai minerali, soprattutto potassio, inoltre i piselli contengono poche calorie (ma anche poche proteine rispetto agli altri legumi) ,ma abbastanza fibra da “mettere in moto il tutto” 😉 Le mandorle sono ricche di proteine ( quindi nessun problema di deficit proteico, grande spauracchio degli onnivori!) , vitamina B e E, grassi “buoni” e sali minerali (magnesio, fosforo, potassio e ferro), i semi di papavero  sono, come tutti i semi oleosi, una ricca fonte di grassi e proteine, oltre ad  una preziosa riserva di manganese, calcio, acido linoleico (Omega 6) e vitamina E. Da sempre sono utilizzati come rimedio naturale contro ansia e stress, hanno infatti un blando effetto sedativo e calmante per il sistema nervoso.Per finire, le bacche di Goji contengono quantità ottimali di calcio, potassio, ferro, zinco e selenio e di riboflavina ( Vitamina B) ,ma attenzione ,se fate uso di farmaci regolatori della pressione sanguigna e del diabete è meglio che non utilizziate queste bacche orientali, recenti studi infatti hanno evidenziato pessime interazioni tra tali medicinali e l’assunzione delle bacche.

IMG_0298

Ingredienti:

Piselli- visto che non sono di stagione, vanno benissimo anche quelli surgelati, per le quantità calcolate almeno 100 gr a persona ( io abbondo sempre!)

Brodo vegetale – mezzo litro scarso

cipolla

olio evo

un cucchiaio di Provamel Alternativa  vegetale allo yogurt ( il mio “solito” ingrediente segreto)

Semi di papavero

Mandorle in scaglie

Bacche di Goji

Aceto balsamico ( zucchero di canna o di cocco per fare la riduzione)

Procedimento:

Far imbiondire nell’olio evo la cipolla tagliata a cubetti ( ne basterà una piccola) , a piacere unire anche del peperoncino fresco o secco. Aggiungere i piselli ancora surgelati e amalgamare per pochi minuti ( 2-3 minuti saranno sufficienti) , a questo punto coprire con il brodo vegetale già portato ad ebollizione- questa volta, utilizzando un prodotto surgelato, non andremo ad aggiungere il brodo mano a mano, ma lo faremo tutto in una volta, tenendo sempre ben presente la regola del “coprire, non annegare” le verdure. Abbassare la fiamma, coprire  e far sobbollire per circa 20 minuti. Al termine, verificare che i piselli siano cotti, poi frullare il tutto ed aggiungere l’ingrediente segreto ;), sale – se necessario- e pepe. Nel frattempo far tostare le mandorle a scaglie nel forno o in padella per pochi minuti – devono solo imbiondirsi e far ridurre l’aceto balsamico in un pentolino con dello zucchero di canna ( la proporzione sarà 1 parte di zucchero per 5 di aceto) o ,perché no, di cocco – non temete, non saprà di cocco dopo e non sarà eccessivamente dolce, ma avremo assunto anche nutrienti e non solo calorie vuote, è infatti una fonte naturale di vitamine B1, B2, B3, B6 e C- per dieci minuti circa o fino a quando non avremo raggiunto la consistenza desiderata, ossia cremosa .

Impiattare la vellutata e guarnire con i semi di papavero, le mandorle tostate, le bacche di Goji ( che a contatto con il liquido si idrateranno piacevolmente ed infine la riduzione di aceto balsamico. Fatto!


Lascia un commento