Zoodles in crema di capperi con pomodorini e olive nere


Chi mi segue su Instagram sa bene che è quello il mio social preferito, lì mi diverto a pubblicare quasi ogni piatto che preparo, dal più semplice al più complesso; questa ricetta è di qualche giorno fa, quando il sole ancora splendeva (ma non temete, il bel tempo dovrebbe tornare tra poco) e, benché le mie vacanze non siano andate come avevo previsto – o meglio non sono proprio partite nel vero senso della parola- avevo una gran voglia di sentirmi l’Estate Addosso 😉 ecco quindi la ricetta per questi zoodles (spaghetti di zucchini) freschi, estivi e colorati, ma soprattutto pronti in meno di venti minuti, come sempre!

La differenza starà nella consistenza e nell’apparenza dei vostri zoodles a seconda del tipo di spiralizzatore che utilizzerete, ma il sapore sarà uguale. Ecco le tre opzioni disponibili sul mercato per ottenere questi spaghetti di zucchina;

CollageZoodles

Partendo da sinistra troviamo il caro e vecchio pelapatate dentato, perfetto per il taglio à la  Julienne, ovvero a fiammifero; unico svantaggio  è che gli spaghetti saranno cortissimi e poco corposi. Al centro vediamo un vero e proprio spiralizzatore all’opera; dotato di tre lame per tagli differenti (a fettuccina, a tagliatella e a spaghetto), ha il vantaggio di poter essere utilizzato anche per altri tipi di verdura, come patate o barbabietole – ormai con €20,00 circa si può acquistare ovunque, inoltre otterrete degli spaghetti corposi e perfetti per assorbire per il condimento, l’ovvio svantaggio è che l’attrezzo di per sé occupa spazio. Per finire, a destra, troviamo il giusto compromesso tra il primo ed il secondo attrezzo, ovvero il TemperaZoodles 🙂 , pratico, piccolo e maneggevole, si può però utilizzare solo con zucchine, carote e cetrioli, data la forma. Io, negli anni, li ho provati e testati tutti e tre, ora utilizzo solo quello della foto centrale e ho regalato a Blondie il TemperaZoodles in modo da averlo anche nella nostra cucina a Dublino 😉

Ingredienti;

2 zucchine medie

1 panetto di tofu al naturale

1/2 tazzina di capperi dissalati

200 gr di pomodorini

1 tazzina di olive nere taggiasche denocciolate

basilico fresco

olio extra vergine d’oliva

semi di papavero ( facoltativi)

Procedimento;

Spiralizzare le zucchine lavate e spuntate e metterle da parte in uno scolapasta.

Ridurre il tofu a cubetti, sciacquare sotto acqua corrente i capperi e versare entrambi gli ingredienti nel bicchiere del frullatore ad immersione (o robot da cucina), aggiungere un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva e due cucchiai di acqua e frullare per qualche minuto, fino all’ottenimento di una bella crema morbida. Mi raccomando, NON aggiungere sale, la ricetta ne è già naturalmente ricca grazie ai capperi e alle olive nere!

Tagliare a metà i pomodorini e in una ciotola unirli alle olive nere taggiasche  denocciolate, al basilico fresco lasciato intero e ai semi di papavero. Se necessario, condire con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva e una spolverata di peperoncino ( fresco o secco).

Condire gli zoodles con la crema di capperi ed infine unire il restante condimento a base di pomodori e olive un attimo prima di servire in tavola!


Lascia un commento